Regionali 2015, Ricci evoca lo spettro: "Troppi casi curiosi, segnalateceli"

Il candidato del centrodestra per le elezioni regionali in Umbria accarezza il fantasma delle anomalie del voto. Accarezza, sì, ma non dice

Tu chiamali, se vuoi, “casi curiosi”. Claudio Ricci, il candidato del centrodestra per le elezioni regionali in Umbria, accarezza il fantasma delle anomalie del voto. Accarezza, sì, ma non dice. “La notte fra il 31 maggio e l'1 giugno – scrive - sarà ricordata politicamente, e per gli statistici, per elezioni regionali in Umbria ‘molto incerte’ nelle quali sono state osservate situazioni ‘matematiche curiose’. Le proiezioni – prosegue - , come noto, sono campionamenti statistici fatti su ‘schede reali’ riscontrate ai seggi durante lo spoglio. Quando il campione ha superato il 21% il dato si è consolidato con un +1.7% a favore del candidato presidente Ricci. Poi, con una ‘forse eccessiva velocità’ rispetto al consolidato, tale da determinare un ‘caso curioso’, la situazione si capovolge, sino al risultato conclusivo noto di un vantaggio reale del 3% per il candidato Marini”.

E quindi? “Un ‘fatto curioso’  - prosegue Ricci - che unito a decine di segnalazioni, arrivate in questi giorni da tutto l'Umbria, su presunti altri casi curiosi ci spingono, doverosamente"e nel rispetto degli elettori, a compiere delle verifiche pur nel rigoroso rispetto delle determinazioni fatte e che faranno gli organi competenti”.
Insomma, chiude lo sfidante della Marini, “chiunque, candidati, rappresentati di lista o cittadini, abbia situazioni da segnalare può contattare il 334.8812880 o inviare una nota alla mail claudioricci64@gmail.com.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

  • Coronavirus, il bollettino in Umbria 2 aprile. Altri segnali positivi: aumentano i guariti e 4mila fuori dall'isolamento, contagiati di nuovo in calo

Torna su
PerugiaToday è in caricamento