Elezioni regionali Umbria, Bianconi: "La mia candidatura? Pd e Cinque stelle pronti a una rivoluzione nella politica locale"

Presentata la lista del presidente con Fora al primo posto: "Venti professionisti che hanno dato e danno molto alla regione, persone libere che ci mettono la faccia senza secondi fini"

Una lista di professionisti, "liberi" dai condizionamenti dei partiti, con abilità ed esperienze personali da mettere a disposizione dell'Umbria. La lista del candidato presidente Vincenzo Bianconi è stata presentata oggi, 1 ottobre, al 100Dieci cafè. Capolista, Andrea Fora, candidato in pectore con il sostegno dei Pd, poi di fatto "superato" dal Patto civico per l'Umbria che ha sancito proprio l'alleanza tra dem e Cinque stelle. Cambiato lo scenario, come auspicato da subito da Bianconi, e ribadito anche nel corso della presentazione, Fora ha scelto di mettere a disposizione di questa candidatura il lavoro fatto finora, unendo in uno unico, i due progetti, nei quali "abbiamo trovato molte affinità" spiega Bianconi. 

Elezioni regionali, ecco la lista del candidato Biancon presidente: tutti i nomi

"Questa lista è la vera novità di questa nuova stagione politica, anche nello scenario nazionale. Venti persone e altrettante comunità che si mettono a disposizione pensando che si può fare poltiica in maniera diversa, sulla base delle proprie competenze con forte spirito di gruppo. Siamo convinti che da soli non si fa da nessuna parte, non si soddisfano le proprie ambizioni, ci si soddisfa insieme, insieme si può costruire" ha sostenuto Fora. 

VIDEO Elezioni regionali, presentata Bianconi per l'Umbria: "Una lista di uomini liberi"

Un modo nuovo di fare politica, per cambiare, far ripartire l'Umbria, ma senza distruggere quello che è stato fatto di buono. "Chi usa lo spettro delle inchieste della magistratura come perno, dimentica di quelle che ha nel proprio armadio - argomenta Bianconi - La sanità. Certo, quello che è accaduto non si può permettere che succeda ancora. Le liste d'attesa vanno migliorate. Ma l'efficienza e il livello dei servizi erogati sono innegabili, Quanti umbri fanno fuori regione a farsi curare? Il 9%. Segno dal punto di vista medico, il sistema funziona e non si può ignorare questo dato. Dove non funziona, nomine e concorsi per esempio, si deve lavorare per cambiarlo subito". 

E ancora sulla lista: "E' fatta da uomini e donne liberi di questa regione, persone che nel percorso della loro vita hanno dato molto alle loro comunità Una lista che rappresenta il grande cuore dell'Umbria e la volontà di metterci la faccia. Siamo qui per affermare modello nuovo di rinascita che parte dal territorio, trasparente, di merito e di metodo. I due partiti che hanno puntato su un civico come me, hano dimostrato di essere disposti a una grande rivoluzione, è stato un atto di coraggio da parte loro e da parte nostra. la nostra sarà una vera rivoluzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Lo riconosce e lo accompagna dai carabinieri, ritrovato il giornalista Giovanni Camirri

Torna su
PerugiaToday è in caricamento