Elezioni regionali, Fora e il processo, il legale: "Estraneo ai fatti, il dibattimento lo chiarirà facilmente"

Il presidente di Confcooperative imputato in un procedimento relativo a presunti frodi sulle mense scolastiche

Andrea Fora a giugno è stato rinviato a giudizio nell'ambito dell'inchiesta della Procura della Repubblica su delle presunte frodi ai danni delle mense scolastiche. Dell'accusa ne risponderà di fronte al giudice monocratico di Perugia in qualità di presidente del consiglio di amministrazione del consorzio Abn. Fora, in campo per le elezioni regionali come candidato del centrosinistra (ancora da ufficializzare) è sereno, la rotta non si cambia.

Elezioni regionali, nuova scossa nel centrosinistra. Fora: "Io a processo? Per me non cambia nulla"

"La vicenda giudiziaria si evidenzierà per quello che è. Fora è chiamato a rispondere di una contestazione in quanto presidente del consorzio. Ma il consorzio non si è mai occupato direttamente delle forniture delle mense scolastiche - spiega il suo legale, l'avvocato Carlo Orlando - quindi siamo convinti che la sua estraneità ai fatti verrà evidenziata facilmente, perché sia oggettivamente che soggettivamente, in qualità di presidente di un consorzio a cui afferiscono altre cooperative, semplicemente non può aver compiuto l'illecito. Perché le forniture non lo hanno direttamente interessato e il consorzio è general contractor per le forniture fatte da altri. Si chiarirà tutto nelle sei opportune". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento