Elezioni regionali, Fioroni e Pastorelli (Lega) in tour: "Rimuoveremo il sistema che ha distrutto l'Umbria"

‘Insieme agli umbri per gli umbri’, Paola Fioroni e Stefano Pastorelli in un tour elettorale congiunto in vista delle elezioni regionali del 27 ottobre

Dalla sala del centro congressi Quattrotorri di Perugia e con la partecipazione del segretario regionale della Lega Virginio Caparvi, è partito ieri sera il primo di una serie di incontri dal titolo: ‘Insieme agli umbri per gli umbri’ che vede impegnati i due candidati della Lega, Paola Fioroni e Stefano Pastorelli, in un tour elettorale congiunto in vista delle elezioni regionali del 27 ottobre. Un tour che toccherà vari territori dell’Umbria, promosso da simpatizzanti ed aperto a tutti i cittadini. 

“In questa campagna elettorale molto intensa – ha detto Paola Fioroni -noi ci stiamo spendendo per essere tra la gente, guardando le persone negli occhi perché crediamo veramente che ci sia bisogno di ascoltare e di sentire quali sono le necessità e i bisogni dei cittadini umbri. Lo facciamo cercando di discutere proposte perché non si possono semplicemente fare politiche contro qualcuno e contro qualcosa, ma occorre portare soluzioni condivise e attuabili per una buona politica in questa Regione”.

“L’obiettivo comune – spiega Stefano Pastorelli - è quello di vincere per essere, dal 28 ottobre, insieme al governo della Regione Umbria. Penso che io e Paola, con i comuni valori politici e morali che costituiscono i principi su cui abbiamo fondato il progetto di cambiare insieme la nostra Regione, faremo le buone cose che ci chiedono le tante persone che incontriamo”.

“I cittadini umbri purtroppo stanno assistendo a una delle pagine più brutte della politica del dopo guerra – ha proseguito Pastorelli - ovvero l’attaccamento alla poltrona proprio da parte di chi questo attaccamento voleva combatterlo. L’inciucio Pd e M5S in Umbria, come su tutto il territorio nazionale, non porterà che alla loro morte politica”. “Dagli umbri – ha detto ancora Paola Fioroni - ci aspettiamo un moto di grande orgoglio e non la rassegnazione. Non vogliamo una Regione rassegnata ma dobbiamo pensare a una Regione che toglie il freno a mano e che possa non soltanto camminare ma iniziare a correre. L’Umbria ha delle risorse immense che meritano di essere valorizzate per riportare il nostro territorio ad essere una eccellenza non solo in Italia ma anche nel resto di Europa”.

“L’inseguimento ai civici sfociato nella (quarta) scelta di Bianconi è una foglia di fico – conclude Paola Fioroni - Se Clemente VII, pudico all’eccesso fece ricoprire le nudità delle antiche statue lungo i corridoi del Vaticano, Di Maio e Zingaretti mangiato il frutto proibito nursino, hanno compreso di essere nudi, hanno intrecciato le foglie di fico e se ne sono fatti una candidatura. Il nostro compito è quello di impedire che tale foglia continui ad alimentare un sistema che ha distrutto l’Umbria: il 27 Ottobre la rimuoveremo insieme agli elettori Umbri”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Dramma in via Canali, donna di 49 anni trovata morta in un parcheggio

  • Incidente lungo la E45, 23enne in gravissime condizioni: è in prognosi riservata

  • Perde il controllo del ciclomotore e finisce a terra, muore a 43 anni

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

Torna su
PerugiaToday è in caricamento