Elezioni regionali, Bianconi e la grande sfida elettorale: "Pronto, sono abituato alla salita. Partecipazione e lungimiranza per l'Umbria del domani"

Il candidato di Pd e Cinque stelle: "Candidato da uomo libero, da presidente pronto a dimettermi se messi in discussione i valori del progetto. Fora? Siamo una squadra molto forte"

Correre non lo spaventa, "sono sempre pronto, sono sempre andato in salita" dice, ricordando il suo passato con gli sci da fondo ai piedi. E da correre ce ne è guardando il calendario che corre veloce verso l'appuntamento con le urne. Vincenzo Bianconi, una famiglia storica nursina di imprenditori nell'ambito dell'ospitalità e una sfida che "vale la pena affrontare per il bene dell'Umbria" che ha accettato dopo che "per due giorni non ho mangiato e non ho dormito, non era una decisione così semplice".

"Ne ho parlato con la mia famiglia, in modo molto approfondito, perché questa decisione riguarda anche loro, ha un impatto su tutti noi. Significa sottrarmi per 5 anni all'attività di famiglia da un lato. Dall'altro significa cogliere l'opportunità di poter dare il mio contributo all'innovazione e al cambiamento della regione, cambiamento che sia benessere, del singolo e quindi della collettività". 

L'investitura è stata ufficializzata la scorsa domenica, 22 settembre, quando Bianconi ha sciolto le riserve: "Non ho aderito a un progetto di qualcuno, io ho il mio. Ho accettato la proposta che Pd e Cinque stelle mi hanno fatto. MI hanno chiesto di scegliere da uomo libero la possibilità di fare squadra per cambiare la regione". Da uomo libero, "e di certo, è stata la condizione che ho posto, non sarò, evetualmente, un presidente ostaggio di qualcuno. Ho messo in chiaro che nel momento in cui venissero messi in discussione i miei principi, staccherei la spina senza indugio".

Principi, basi del progetto di Umbria di Vincenzo Bianconi che hanno la forma di una piramide rovesciata: "Partiamo dai territori, dalle singole peculiarità, difficoltà e punti di forza per trovare strumenti utili allo sviluppo Da questo partirà la programmazione dell'attività della Regione. Il mio intento è quello di realizzare una deocrazia realmente partecipata, mettendo in condizione i cittadini di essere informati e di condividere scelte che li vedrà protagonisti per i prossimi 20 anni, perché è necessario progettare a lungo termine, e che riguardano il loro futuro. Una condivisione anche di responsabilità che io sono pronto ad assumermi". 

Bianconi sarà sostenuto da più liste, sembra sei, tra cui quella del presidente: "Sarà composta da persone che non hanno ricoperto o ricoprono ruoli politici, uomini e donne libere di scegliere e di fare il meglio per un obiettivo. Né destra, né sinistra, ma buonsenso per il bene comune, che è il motivo per cui ho deciso di mettermi in gioco". 

Né destra, né sinistra, eppure le posizioni di Bianconi nel recente passato sono state oggetto di attacchi e critiche: "Non ho votato un partito, ma ho votato una persona. Nel caso delle Europee, ho votato una persona che conosco da quando avevamo sette anni, giocavamo insieme. Se non ricordo male, era l'unica candidata della Valnerina e ho visto in lei una possibilità per il nostro territorio. Una persona valida, determinata. Per quanto riguarda Alemanno il discorso è analogo. Ho ritenuto che fosse la persona giusta per proseguire l'impegno in un momento particolarmente critico come il post terremoto, ha gestito a mio modo di vedere bene questa fase. I ritardi che ha la ricostruzione non sono causa sua, i Comuni posso fare ben poco. E per quello che ha fatto, ha fatto bene. L'altro candidato non viveva a Norcia da 15 anni, era lontano da questa reltà. Ho optato per una scelta di buonsenso, sulle persone, non sui partiti o le bandiere. Non è una questione di sigle, ma di idee, progetti, capacità. Tranne la Lega, potevano essere di qualsiasi schieramento". 

E Fora? "Con lui c'è una bella collaborazione, stiamo lavorando bene. E' una persona che mi piace moltissimo. Ci siamo confrontati più volte, condividiamo sensibilità, valori. Siamo una grandissima squadra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo e freddo, prima nevicata dell'inverno 2019: il bollettino e le aree che saranno imbiancate

  • Inchiesta anti-ndrangheta a Perugia, tutti i nomi degli arrestati e fermati in Calabria e in Umbria

  • Aereo guasto atterra e si schianta, morti e feriti: la super esercitazione all'Aeroporto di Perugia

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Lungo la Pievaiola scontro tra tre auto all'ora di cena: mezzi distrutti, feriti

  • L'Albero sull'acqua supera quota 8mila. E anche Forbes ne parla

Torna su
PerugiaToday è in caricamento