Elezioni regionali, appello degli amministratori Pd dell'Altotevere: "Il partito non basta a se stesso, la coalizione sia allargata"

I rappresentanti dei comuni di Città di Castello, Monte Santa Maria Tiberina, San Giustino, Lisciano Niccone e Montone puntano sul modello locale per rilanciare il governo regionale. E il tempo inizia a stringere

Una coalizione di centrosinitra aperta, capace di ascoltare, con un Pd ben consapevole di non riuscire a bastare più a se stesso, ma attento a raccogliere le istanze civiche che arrivano dai cittadini. Sul modello delle amministrazioni comunali. In particolare quelle dell'Altotevere, premiate dalle urne. L'appello parte proprio dagli amministratori dei Comuni dell'Umbra settentrionale in vista delle prossime elezioni regionali, "non solo una tornata elettorale ma un vero e proprio passaggio epocale per la comunità regionale umbra". Le elezioni di autunno/inverno vedono gli schieramenti ancora al lavoro per individuare il nome del candidato. Con il centrodestra orientato su Donatella Tesei, espressione della Lega, e il centrosinistra apparentemente in alto mare, con un'impotesi civica - che parte del partito raccomanda sia "vera" e non una maschera - sempre più plausibile, anche se molto sembra legato all'evoluzione della situazione interna al Pd. Il nome di Andrea Fora è tra quelli circolati con più insistenza, con una convergenza di massima anche da parte dei movimenti civici che stanno animando la parte più centrista dello schieramento. Una situazione fluida, ma anche dinamica, dicono i sindaci: "Assistiamo in queste ultime settimane ad un susseguirsi di dichiarazioni e prese di posizione da parte di partiti politici, di singoli cittadini e di gruppi organizzati degli stessi; evidentemente un sintomo questo, di una grande dinamicità dell'opinione pubblica  Gli amministratori dei Comuni dell’Alto Tevere, hanno sempre dimostrato con i fatti, con l’impegno, con la dedizione quotidiana che quello che conta davvero è saper ascoltare i cittadini per poi lavorare concretamente per il meglio, senza ordini dall’alto ma solo nell’interesse della collettività che rappresentano.  

Forti di questa esperienza, in prossimità delle elezioni regionali - scrivono in un appello Michele Bettarelli, vice sindaco di Città di Castello, e i sindaci di San Giustino, Paolo Fratini di Monte Santa Maria Tiberina, Letizia Michelini, di Lisciano Niccone, Gianluca Moscioni, e di Montone, Mirco Rinaldi - crediamo che sia fondamentale mettere in campo iniziative di ascolto e coinvolgimento della comunità regionale, ragionare su una piattaforma politica coerente con l’esperienza amministrativa del centrosinistra, basata su proposte e progetti frutto di questo ascolto e coinvolgimento; una piattaforma quanto più possibile inclusiva e larga che possa essere sintesi e cassa di risonanza di quelle energie che sono presenti nell'impegno civico sincero e spontaneo, senza percorrere scorciatoie e senza rinnegare una storia lunga di cui dobbiamo solo essere orgogliosi. Solo successivamente, in modo coerente con il metodo, trovare le figure che questo progetto possano rappresentarlo al meglio anche dando un forte segnale di discontinuità col passato.

Oggi più che mai si rende necessario l'obiettivo di costruire uno schieramento aperto e allargato a tutte quelle forze che si riconoscono nei valori del centrosinistra, non potendo più il Pd bastare a se stesso, e proprio per questo motivo oltre ad essere generosi occorre trasparenza e partecipazione a questo progetto politico; a questo proposito non dobbiamo escludere il ricorso alle primarie di coalizione come massima espressione di democrazia e volontà di lavorare insieme, per individuare la figura del candidato presidente - concludono . L'impegno ed il contributo del centro sinistra alto tiberino non mancherà nella costruzione di questo progetto politico nello spirito di solidarietà tra gruppi dirigenti territoriali che ha da sempre ispirato il modo di lavorare di questo territorio".

Un appello che sarà raccolto? Di certo c'è che, indipendentemente dalla data indicata dal presidente della Regione Paparelli, l'appuntmento con le urne è vicino, di conseguenza le carte in tavola dovranno essere messe a stretto giro. 

Potrebbe interessarti

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Casa in disordine, addio: ecco le tecniche per imparare a mantenere tutto a posto

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

  • Crampi, come affrontarli e prevenirli

I più letti della settimana

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

  • Perugia, tragedia lungo la strada: inutili i soccorsi, muore a 48 anni

  • Don Matteo torna a Spoleto e gli albergatori chiedono il conto al Comune

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Magione, incidente stradale tra tre auto a Montebuono: due feriti

  • La favola di Ferragosto: mamma Cristina e il piccolo Lorenzo più forti delle complicazioni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento