Elezioni, un Giubilei di rincorsa spara sulle liste di Romizi: "Riciclati, fiancheggiatori, voltagabbana: zero credibilità"

Ormai la campagna elettorale è diventata rovente e dai programmi si è passati alle liste di nomi da attaccare per il loro passato politico. Giubilei all'attacco facendo nomi e cognomi

Giubilei insieme a Bersani

La campagna elettorale per le amministrative di Perugia si fa giorno dopo giorno sempre più feroce. Sui social, tra candidati e simpatizzanti, è ormai una guerra dove spiccano gli anti-leghisti contro i leghisti. Ma anche tra i candidati sindaco qualcosa sta cambiando: Giuliano Giubilei, molto attivo sulle periferie, sta cercando di alzare il tono per colpire il rivale sindaco uscente Andrea Romizi e allo stesso tempo sta ricompattando la sinistra cittadina con le visite di bersani e domenica del segretario nazionale Zingaretti alla Sala dei Notari. 

Giubilei spara a zero su coloro che hanno lasciato il centrosinistra per andare nel centrodestra con l'obiettivo di appoggiare la riconferma di Andrea Romizi. "Ma quale credibilità può avere per gli elettori?": si domanda il candidato del centrosinistra che fa nomi e cognomi di presunti trasformismi, fiancheggiatori e voltagabbana. 

"Nella squadra di Romizi - scrive su Fb Giubilei - dilaga un’epidemia di trasformismo, mascherata da slogan che si rifanno a grandi principi, ma mossa dagli intenti peggiori.  Il sindaco, nella ricerca disperata di rastrellare più voti possibili per non perdere il Comune si dà alla pesca a strascico.
Nella sua rete si trova di tutto: dagli ex nemici ai trombati, residuati politici di passate amministrazioni avversarie, voltagabbana dalle aspettative insoddisfatte che per rancore o speranza di profitto rinnegano il proprio operato".

"Elementi che hanno avuto ruoli di primo piano, come Nilo Arcudi, ex vicesindaco di Locchi e Boccali - ha concluso Giubilei - adesso travestitosi candidato civico, che ha avuto deleghe importanti come l’Ambiente e la gestione delle Società partecipate del Comune, il cui lavoro - ai tempi - veniva duramente criticato dal centrodestra. E adesso tutti insieme contro il centrosinistra. Ma l’elenco è lungo: con ex consiglieri comunali di centrosinistra candidati con Fratelli d’Italia, ex dirigenti del Pd adesso diventati fiancheggiatori di Romizi come Franco Parlavecchio che è stato addirittura segretario cittadino del Pd. Dopo una giunta piena di riciclati diventati assessori e ora ricandidati, come Barelli, Casaioli e Waguè, la squadra elettorale pullula di politici di lungo corso e gregari che hanno cambiato casacca".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento