Decreto sicurezza, il Pd dell'Umbria contro Salvini: "Incostituzionale, stiamo con i sindaci che dicono no"

Documento approvato all'unanimità dall'assemblea regionale: scontro politico con il ministro

La presidente della Regione Umbria ha detto 'no' al decreto sicurezza del Ministro Silvini. E adesso anche il Partito Democratico dell'Umbria, fresco di assemblea regionale e con Ginapiero Bocci ufficialmente segretario, si schiera con i sindaci del fronte del no. Detto altrimenti: il Pd ha approvato, all’unanimità, il documento proposto dal sindaco di Narni, Francesco De Rebotti. Un documento, sottolinea una nota dem, "che dunque caratterizzerà l’operato del segretario Gianpiero Bocci e del Pd dell’Umbria".

Decreto sicurezza, Catiuscia Marini dice "no" e pensa alla Consulta

Partito democratico, Bocci: in Umbria c'è voglia di centrosinistra


E allora avanti, all'attacco: “L’Assemblea regionale del Pd – si legge nel documento – esprime profondo e convinto sostegno a tutti quei sindaci che nel nostro Paese stanno difendendo con passione e autorevolezza la nostra Costituzione, i diritti umani, la sicurezza dei cittadini, la grande storia di accoglienza de nostro Paese, il lavoro di migliaia di persone nei servizi di accoglienza, nella stragrande maggioranza giovani e giovani donne ,dai pesanti ed in insensati attacchi dei due vicepresidenti del consiglio che alle giuste, corrette e verificabili obiezioni sollevate sulla legittimità e sugli effetti reali nei territori e nelle comunità del cosiddetto decreto sicurezza, hanno minacciato i sindaci, disconoscendo il loro prezioso lavoro di responsabilità in atto da anni, da quando è iniziata l’emergenza sbarchi". E ancora: "Un lavoro portato avanti fianco a fianco con lo Stato, prima che con i Governi, le Prefetture, le istituzioni regionali, le forze dell’ordine, i soggetti operativamente impegnati nell’accoglienza e gli stessi cittadini". 

Decreto sicurezza, prime sanzioni a Foligno: maxi multa al parcheggiatore abusivo, auto con targa straniera 'sequestrata'

Quindi, che fare? Il Pd dell'Umbria lo spiega così: "Va necessariamente riaperta – prosegue il documento – una fase di confronto con i sindaci, con gli enti locali, con l’obiettivo stringente di eliminare le storture di una legge dagli evidenti trami di incostituzionalità, causa di una ormai impossibile gestione amministrativa del fenomeno migratorio, causa di una originale e consistente 'scomparsa' di tanti migranti che rischieranno di entrare in una forma di anonimato che obbligherà comunque i comuni, i sindaci, le strutture amministrative ad occuparsi di loro, nell’incertezza, senza strumenti e risorse. Soggetti da oggi invisibili potranno con più facilità essere attratti dalla sfera dell’illegalità". 

La conclusione del documento cita Mattarella e Papa Francesco: "Un confronto, una battaglia di diritto, legalità, solidarietà, efficienza, cultura democratica che ci sentiamo di sostenere a fianco dei nostri sindaci, di tutti i sindaci e di tutte le forze democratiche del nostro Paese, delle associazioni, degli operatori del volontariato laico e religioso in perfetta sintonia con le parole, gli auspici e le indicazioni del Presidente della Repubblica nel discorso di fine anno, riecheggiate dall’Angelus di Papa Francesco ed in profondo dissenso e contrasto con le tesi e le azioni regressive che questo Governo sta mettendo inopinatamente in atto". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il ministro Bonafede: subito la cittadella giudiziaria nell'ex carcere di Perugia

  • Cronaca

    Foligno, tragedia lungo la strada: travolto da un'auto, muore un anziano

  • Cronaca

    Bimba di tre anni rischia di morire per una caramella, medico le salva la vita

  • Cronaca

    Previsioni flop, tanta pioggia e un po' di neve in collina: 16 scuole chiuse, ma strade tutte transitabili

I più letti della settimana

  • Umbria, allerta neve: la mappa dei Comuni che chiudono le scuole

  • E45 chiusa al traffico tra Canili e Valsavignone, viadotto sequestrato: i percorsi alternativi

  • Leonardo Cenci lotta in ospedale, 'telefonata' del Presidente Sergio Mattarella

  • Emergenza maltempo, 5 giorni di freddo e nevicate in tutta l'Umbria: la mappa delle aree a rischio

  • Umbria, follia sul treno: si masturba davanti a una ragazza, mega multa da 10mila euro

  • Raccordo Perugia-Bettolle, si rompe un pezzo del giunto del viadotto: traffico in tilt

Torna su
PerugiaToday è in caricamento