La solitudine si combatte anche con gli animali: la proposta: "Veterinario gratis per chi li adotta"

Un animale in casa fa sentire meno soli, specie in nostri anziani. Da qui la proposta di offrire cure veterinarie gratuite per sostenere gli umbri che adottano animali nei canili e nei gattili

Un animale in casa fa sentire meno soli, specie in nostri anziani. Da qui la proposta del portavoce del centrodestra Marco Squarta di offrire cure veterinarie gratuite per sostenere gli umbri che adottano animali nei canili e nei gattili e per coloro che hanno un Isee inferiore a 15mila euro.

Il consigliere regionale di Fratelli d'Italia ha depositato una mozione chiedendo l' "impegno della Giunta per rendere gratuite le cure veterinarie rivolte agli animali d'affezione adottati nei canili e nei gattili e per le famiglie in condizione di fragilità".

"Incentivando le adozioni si svuoterebbero i canili e i gattili che rappresentano un costo per le casse pubbliche oltre che un impegno per le strutture - spiega Squarta -. In questo modo il denaro impegnato nelle voci di spesa potrebbe essere recuperato per garantire l'assistenza medico veterinaria a cani e gatti per i primi tre anni dall'adozione e nel periodo successivo in base a quanto verrà stanziato dalla Regione".

Per Squarta questo tipo di iniziativa rappresenta "la possibilità per molti anziani di trascorrere insieme ad un compagno la loro esistenza, riducendo la depressione e aumentando le occasioni per fare movimento".  Prosegue l'esponente di minoranza: "Il legame affettivo con l'animale è molto importante per la salute delle persone più fragili che troppe volte, proprio a causa delle spese di mantenimento degli animali, soprattutto legate ai costi del veterinario, rinunciano a far entrare in casa un cane o un gatto”.

“Attraverso questa modalità di adozione che senza dubbio potrebbe aiutare anche i bambini in difficoltà i quali troverebbero un amico fedele da accudire - si legge in una nota - i fondi investiti nei canili e nei gattili verrebbero messi a disposizione dei meno indigenti nel caso in cui decidano di prendersi cura di uno di loro. Senza dubbio la misura aiuterebbe anche a contrastare il fenomeno del randagismo".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ladri in azione a scuola, assaltate le strutture di Monte Grillo e Cenerente

  • Cronaca

    Picchia la moglie e la chiude a chiave in casa, ammonimento del questore per un marito violento

  • Cronaca

    "Salutatece Barberini": grillino provoca durante comizio Pd e scoppia il parapiglia. La denuncia: "Il provocatore mi ha schiaffeggiato"

  • Attualità

    PAROLA AL CITTADINO L'architetto urbanista Monella offe 7 consigli salva-Perugia al futuro sindaco

I più letti della settimana

  • L'azienda fa il record di fatturato, il presidente regala ai dipendenti una crociera

  • Maltempo, carreggiata inondata: la strada tra Pila e Badiola diventa un torrente, auto bloccate

  • Prima il sì alla sposa, poi il grande gesto: medico di Perugia salva un 60enne

  • Camion in fiamme sul raccordo Perugia-Bettolle, traffico in tilt

  • L'appello social per ritrovare Claudia: "E' uscita stamattina e non è rientrata, ecco la targa dell'auto"

  • Il nuovo rettore Maurizio Oliviero: "L'Università di Perugia sarà ancora più grande"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento