L'ufficio postale di Sant'Egidio verso la chiusura: appello alla presidente (umbra) Todini

La protesta di Forza Italia che chiede un'audizione urgente con la Todini, presidente di Poste Italiane. Centinaia di anziani rischiano di non poter più usufruire del servizio per pensioni e bollettini

La chiusura dell'ufficio postale di Sant'Egidio è ormai quasi una certezza. I tagli di Poste Italie riguardano una cinquantina di uffici minori in tutta l'Umbria. Ma la sede di Sant'Egidio è punto di riferimento per tutta un'area che va al di là della frazione e che abbraccia un territorio a rischio isolamento da sempre. Il gruppo di Forza Italia torna a chiedere un confronto in consiglio comunale con la presidente di Poste Italia: ovvero l'umbra Luisa Todina. 

"La Dirigenza di Poste Italia aveva assunto l’impegno a confrontarsi con le istituzioni locali prima di procedere a qualsiasi ipotesi di chiusura. Torniamo a chiede la presenza in Commissione della Presidente di Poste Italiane Luisa Todini che speriamo sia sensibile alle istanze del suo territorio” .

Chiudere l’ufficio postale di Sant’Egidio, costituisce una scelta sbagliata oltre che sociale anche da un punto di vista prettamente geografico a causa della sua lontananza da altri centri urbani. Ciò causerebbe gravi disagi a migliaia di persone, in particolar modo anziane, che non hanno dimestichezza con internet e pertanto costrette a percorrere chilometri per raggiungere il più vicino ufficio postale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento