Gubbio, cancellazione coppie di fatto: Pd Umbria si dissocia

Sulla cancellazione del registro delle coppie di fatto, il Pd Umbria afferma che: "L'impegno per estendere i diritti a chi non ce l'ha è nell'identità del Partito Democratico"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PerugiaToday

Il Pd Umbria interviene sulla cancellazione del registro delle coppie di fatto deciso dala Giunta comunale di Gubbio: “L’impegno per estendere i diritti a chi non ce l’ha è nell’identità del Partito Democratico”L’impegno per estendere i diritti a chi non ce l’ha è un tratto che caratterizza nel profondo l’identità politica del Partito Democratico. E’ un impegno che distingue in maniera netta la visione di società del centrosinistra da quelle delle forze conservatrici".

Il riconoscimento di nuovi diritti civili è proprio del progressismo liberale europeo e si fonda sulla necessità di leggere e interpretare i bisogni di una società in rapida trasformazione. La possibilità di istituire un registro comunale delle coppie di fatto è perciò stata una scelta coerente di molte amministrazioni governate dal centrosinistra; una scelta già dibattuta e divenuta poi condivisa posizione del livello nazionale del Partito Democratico, che non contrasta con i precetti costituzionali, tesa a consegnare ai cittadini un messaggio di civiltà.

Per tali motivi si ritiene quantomeno impropria la decisione del Consiglio comunale eugubino di cancellare il registro delle “coppie di fatto”.

La scarsa quantità delle persone che si iscrivono al medesimo è infatti da considerare secondaria rispetto al segnale di apertura che una società matura si attende dal Partito. Il PD dell’Umbria proseguirà nel percorso politico delineato e condiviso negli organismi dirigenti nel corso di questi mesi e di questi anni, nell’obiettivo di dare risposte alla domanda civile presente nel nostro paese e nella nostra regione.

Ne sono convinti anche i Giovani Democratici Umbri che con Stefania Fiorucci, Portavoce Provinciale delle Democratiche di Perugia e Diego Pierotti, Segretario Provinciale dei Gd di Perugia, che in una nota intervengono sulla cancellazione del Registro votata in Consiglio Comunale a Gubbio su proposta di un consigliere del Pdl: “I consiglieri del Pd che hanno votato a favore della cancellazione del Registro, lo hanno perciò fatto non solo in piena autonomia ma disattendendo l'orientamento del Pd nazionale, espresso molto chiaramente nei documenti fondativi e nei documenti politici approvati nelle Assemblee Nazionali e regionali, che invitiamo i consiglieri del PD di Gubbio a rileggere".
 

Torna su
PerugiaToday è in caricamento