Arresti per 'Ndrangheta, Romizi: "Stroncato sistema criminale che voleva fare business sulla pelle dei perugini"

Il primo cittadino ha commentato l'inchiesta delle Procure di Perugia e Calabrese che ha portato agli arresti oltre 20 persone

“Le indagini della polizia dimostrano ancora una volta che lo Stato ha gli anticorpi necessari per difendere con grande professionalità l'Umbria dai tentativi di infiltrazione mafiosa". Andrea Romizi, sindaco di Perugia, città al centro dei nuovi arresti di appartenenti alla 'Ndragheta, ha ringraziato magistrati e forze dell'ordine per aver stroncato l'ennesimo tentativo di fare business da parte della criminalità organizzata nella nostra regione”. Conclude Romizi: “L’amministrazione continuerà a seguire in maniera attenta gli sviluppi della vicenda che riguarda il nostro territorio,e ad assicurare il massimo impegno rispetto al fenomeno, grazie anche alla proficua collaborazione con le altre istituzioni".

APPROFONDIMENTO - Traffico di droga, estorsioni, società fantasma e vigneti: così la 'ndrangheta faceva affari in Umbria
Traffico di droga, estorsioni, società fantasma e vigneti: così la 'ndrangheta faceva affari in Umbria

 

Potrebbe interessarti: http://www.perugiatoday.it/cronaca/ndrangheta-in-umbria-maxi-operazione-arresti-sequestri.html
Seguici su Facebook:
http://www.facebook.com/pages/PerugiaToday/100142986753754

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • L'azienda umbra che batte la crisi: Molini Popolari Riuniti, il fatturato tocca i 67,5 milioni di euro

Torna su
PerugiaToday è in caricamento