Verso le Regionali, entra in campo la sindaca Proietti: appello al nuovo centrosinistra civico e allargato...

Ispiratrice della prima ora dei civici di Umbria dei Territori la Proietti cerca di riunire le forze alla sinistra della Lega ma mette paletti: prima alleanza, poi programmi e infine i nomi. Nessuna investitura a scatola chiusa per Fora

Le regionali si avvicinano ma i nodi da sciogliere restano molti in casa centrosinistra. I civici devono esprimere un candidato secondo il commissario regionale del Pd Verini che ha deciso di non mettere il partito alla guida della coalizione, ma come supporto. E i civici che guardano al centrosinistra son divisi: da una pare quelli per Fora presidente, dall'altra quelli di Umbria dei Territori che, o per convinzione democratica o per alzare il prezzo dell'alleanza, prima parlano di programmi, poi di alleanza e solo alla fine vogliono discutere sul presidente e Fora, per loro, non è al momento il "prediletto".

L'ultimo appello in ordine di tempo è quello della sindaca di Assisi, Stefania Proietti, che senza citare mai la parola centrosinistra e il Pd direttamente cerca di dettare la linea e il manifesto dei valori. L'appello all'unità è chiaramente un invito ad una coalizione di centrosinistra ma allargata a tutti quei soggetti civici e politici che non vogliono un eventuale governo del centrodestra in Umbria. "Una coalizione larga, la più ampia possibile, che sia inclusiva di forze politiche e movimenti, partiti e associazioni. E’ questo l’obiettivo da raggiungere in tempi brevissimi in vista delle prossime elezioni regionali. Occorre una grande nuova alleanza, un tavolo su cui elaborare un progetto comune e costruire candidature condivise. Non c’è più tempo da perdere, bisogna uscire dai soliti tatticismi e affrontare subito il perimetro della coalizione, il programma e i nomi".

Il primo passo è quello di una piattaforma che mette nero su bianco il programma per l'Umbria: "Il mio vuole essere un appello a tutti coloro che hanno veramente a cuore le sorti delle nostre comunità, che vogliono sedersi attorno a un tavolo per preparare una piattaforma programmatica aperta alle migliori energie e competenze di questa regione che vogliono per un periodo limitato mettersi a disposizione e al servizio dei cittadini".

La Proietti ammette, seppur velatamente, che la coalizione da unire è quella del centrosinistra piuttosto che una coalizione alternativa (opzione due, in caso di emergenza, prevista da Umbria dei Territori).  E lo fa citando non a caso la maggioranza che appoggia il suo governo ad Assisi: "sabato mattina a Todi durante la costituente di Umbria dei Territori quando ho fatto il mio intervento a nome di Giuseppe Cardinali capogruppo consiliare di Assisi Domani, la lista civica di cui sono espressione e che mi ha sostenuto nella candidatura a sindaco insieme al Pd e ai Cristiano Riformisti e socialisti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altro chiaro riferimento al centrosinistra e la citazione di uno scritto di papa Bergoglio, punto di riferimento delle forze anti-Salvini e Lega. "È ora di combattere la battaglia per il lavoro, per la libertà e la pari dignità di ogni persona che ha diritto ad avere il proprio ruolo nella società. Perché è “nel lavoro libero, creativo, partecipativo e solidale, che l’essere umano esprime e accresce la dignità della propria vita. (Francesco, Evangelii Gaudium, 192)". La sindaca dunque scende definitivamene in campo: sarà una dei protagonisti di queste regionali 2019. Una cittadina prestata alla politica e votata dai cittadini, come si è definita. Umbria dei Territori sempre più vicina al centrosinistra allargato, ma non ancora al potenziale candidato di una parte dei civici e a gradito da un pezzo del Pd veriniano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

  • Coronavirus, altre due vittime in Umbria: lutto a Perugia e Castiglione del Lago

  • Coronavirus, bollettino Umbria del 5 aprile: su 550 tamponi 29 contagiati, 300 tra guariti e quelli senza più sintomi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento