Elezioni regionali, Bianconi apre la strada in Italia al candidato "liquido" in fatto di ideologie. "Conta il progetto"

La differenza tra civico e candidato liquido. Quello che conta è che il progetto per l'Umbria sia dotato di fondamenta

Vincenzo Bianconi, il candidato dell'ultima ora della coalizione Pd-5Stelle-Sinistra-Civici, passerà alla storia, al di là del risultato che otterrà il 27 ottobre, per essere il primo candidato liquido, termine preso in prestito da coloro che catalogano le varie preferenze sessuali.

Ma cosa vuol dire essere liquido politicamente parlando? Ed è una espressione negativa, positiva o neutra? Azzardiamo: Il candidato civico tradizionale ha queste caratteristiche: impegnato nel sociale, professionista, esponente di una categoria e valori comunque ben saldi e riconoscibili in un'area politica anche se privo di qualsiasi tessera. Il candidato liquido Bianconi ha caratteristiche simili (imprenditore, esponente di un'associazione nella sua città di Norcia, è uno dei vertici di Federalberghi, non ha tessere di partito) ma il candidato politico del momento da sostenere lo sceglie di volta in volta. In maniera liquida, dunque, passa - si dice - dall'appoggio dei civici di centrodestra (Alemanno sindaco), a dei post di sostegno indiretto (che stanno girando sulle chat del Pd) ad una sua compaesana candidata per Forza Italia alle Europee, ai commenti o giudizi (sempre sui social) a favore dell'ex Ministro dell'Agricoltura Centinaio che è uno degli uomini di spicco della Lega Salviniana.

Fino ad arrivare ai giudizi positivi e ai buoni rapporti con l'attuale presidente Paparelli (centrosinistra) decidento in fine di accettare la candidatura alla presidenza dell'Umbria nell'alleanza sperimentale 5 Stelle e Partito Democratico. Liquido il posizionamento ma, a suo dire, con fondamenta solide il suo obiettivo: rilanciare l'Umbria e non certo solo la ricostruzione, seppur necessaria, della Valnerina terremotata dove opera.

Passiamo alla seconda domanda: essere un candidato liquido è una evoluzione positiva oppure no? Gli umbri, gente seria e mai come in questo periodo libera dalle antiche ideologie, lo diranno nelle urne il prossimo 27 ottobre. E in caso di vittoria, dopo 5 anni, daranno una risposta anche al suo operato e a quello della sua alleanza. il popolo in democrazia è l'unico padrone del proprio destino. Intanto però Bianconi ha riscritto un pezzettino di storia politica dell'Umbria: è il primo candidato liquido che riesce a mettere intorno allo stesso tavolo gli ex nemici di questi anni: il Pd e 5 Stelle. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccato con la patente falsa, chiama la moglie e l'amico, ma anche loro hanno il documento contraffatto: denunciati in tre

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • L'Umbria in tv, Linea Verde alla scoperta delle nostre meraviglie: quando vedere la puntata

  • Investito mentre cammina in strada, grave 19enne: è in prognosi riservata

  • Spray urticante nei corridoi del Pieralli, nove ragazzi in ospedale per lesioni

  • Volley, il centrale della Sir Safety operato all'ospedale di Perugia: il bollettino medico

Torna su
PerugiaToday è in caricamento