Città di Castello, aggressione ai militari, Marchetti (Lega): “Un atto di violenza contro tutta Italia”

La solidarietà del deputato dell'Altotevere Riccardo Marchetti dopo l'atto vile subito dai carabinieri in un controllo anti-contagio

“L’aggressione ai due militari che, nelle scorse ore, effettuavano i consueti controlli nel tifernate, è un atto di violenza contro tutta Italia”: lo hanno dichiarato l’Onorevole della Lega, Riccardo Augusto Marchetti, e il segretario comunale della Lega di Città di Castello, Giorgio Baglioni riferendosi al brutto fatto di cronaca documentato anche da Perugiatoday.it avvenuto durante i controlli anti-contagio in Altotevere.

Fermato per un controllo prima scappa e poi tenta di accoltellare i carabinieri: arrestato

“Anche a nome di tutta sezione della Lega di Città di Castello, esprimiamo vicinanza ai due uomini delle forze dell’ordine che stavano lavorando per garantire la sicurezza di tutti e hanno dovuto fronteggiare l’attacco di un uomo che, dapprima ha sputato in faccia a un militare, poi è fuggito e, una volta raggiunto, ne ha ferito un altro. Sputare agli uomini in divisa è oltraggioso e riprovevole  ma nel periodo drammatico che stiamo vivendo, oltre a rappresentare un’offesa alla divisa, è un vero e proprio attentato all’incolumità delle persone".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il deputato auspica che per le forze dell'ordine ci sia non solo maggiore rispetto ma anche dotazioni in più per poter contenere questi atti vili e vergognosi: Episodi come questo sono la testimonianza che è necessario tutelare ancora di più gli uomini e le donne delle nostre forze dell’ordine, dotandoli di una strumentazione più efficace, che consenta loro di difendersi da ogni attacco. La divisa rappresenta lo Stato, pertanto non possiamo permettere che venga calpestata nel più brutale dei modi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 26 maggio: un nuovo positivo su 1097 tamponi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento