Abolizione Province, Guasticchi: "Sono interlocutori per i comuni"

Il presidente della Provincia di Perugia, Marco Vinicio Guasticchi aprendo il consiglio, interviene sulla polemica nazionale della proposta di abolire le province italiane

Marco Vinicio Guasticchi ha dato il via al Consiglio di questo pomeriggio, con una serie di dichiarazioni infuocate sulla polemica nazionale sulle Province, a margine del voto contrario del Parlamento Nazionale in materia.

Guasticchi non può tacere dopo le tante parole spese sulle province che andrebbero a sperperare i soldi dei contribuenti italiani e tra le quali rientrerebbe la nostra. Il presidente ricorda in quella perugina, il guadagno di un consigliere provinciale arriva al massimo a 700 euro netti, mentre quello dello stesso Guasticchi arriva a 1400 euro al mese.

L'intervento si accende nuovamente quando fa riferimento alle Regioni a statuto speciale, come la Sicilia di Lombardo, favorevole all’abolizione delle Province, ma a darsi degli stipendi da europarlamentari; oppure alla Provincia Autonoma di Bolzano il cui presidente prende 20mila euro netti al mese.

Secondo il presidente della Giunta si devono tagliare i costi della politica dall’alto, discutendo dell'opzione di una sola Camera a livello nazionale, su indennità più basse per gli onorevoli, sulla riduzione del numero dei deputati, su una modifica dei territori a Statuto Speciale e altro ancora.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando il bucato non profuma: lavare e igienizzare la lavatrice

  • Ospedale di Perugia in lutto, è morta Giampiera Bistarelli: "Ha dato a tutti noi una grande lezione di vita"

  • Le aziende che assumono. La perugina Barton cerca nuovi agenti: ecco come candidarsi

  • Aeroporto, volo Ryanair Perugia-Malta confermato per tutto l'inverno

  • Commercialista infedele, spariscono 500mila euro di tasse e i clienti finiscono nei guai con il Fisco

  • La bombola del gas dell'auto diventa la "cassaforte" di un tesoretto: scoperti 750 orologi contraffatti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento