Palloni bucati a Ponte della Pietra: provocazione contro l'abbattimento del campo sportivo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PerugiaToday

 Blitz dei militanti di CasaPound Perugia al campo sportivo di Ponte della Pietra, dove è stato affisso uno striscione con scritto: "Il comune ha ucciso lo sport" e sono stati lasciati palloni bucati a terra. "Le promesse da marinaio del nostro sindaco si sono rivelate subito tali - afferma Antonio Ribecco, responsabile cittadino di Cpi - infatti e' notizia di questi giorni che il nuovo campo sportivo, che avrebbe dovuto sostituire quello esistente che verrà smantellato, forse non si farà per mancanza di fondi.

Ci dispiace aver avuto ragione quando chiedevamo con forza che prima di dare il via libera al progetto della Curia che avrebbe causato lo smantellamento del campo in questione, si sarebbe dovuto individuare un sito per un nuovo impianto, e finanziarlo completamente. Ora il comune, che prima prometteva a gran voce un campo sportivo nuovo di zecca, afferma che costerebbe troppo, e punta il dito verso la Regione colpevole di non finanziare più i progetti per gli impianti sportivi.

La cosa più ridicola in tutto ciò però, e' la posizione di Rifondazione Comunista, che si è dichiarata contraria sin dall'inizio allo smantellamento del campo di Ponte della Pietra, per poi continuare a sostenere la maggioranza comunale che il campo ha contribuito a smantellarlo; invece di fare degli sterili comunicati, non sarebbe stato più opportuno minacciare la crisi di maggioranza se si volevamo veramente far valere i diritti dei cittadini di Ponte della Pietra?"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento