Sicurezza in auto, al top con un corso di guida sicura

Quante volte vi è capitato all'improvviso di dover gestire una situazione imprevista al volante, rischiando di provocare o venire coinvolti in un incidente? Ecco come migliorare la padronanza dell'auto e viaggiare più sicuri nella guida di ogni giorno

Forse ultimamente avete trascorso molte ore al volante per affrontare il viaggio che vi porta verso le meritate vacanze estive. Vi sarà capitato sicuramente, allora, di imbattervi in qualche automobilistica che azzarda manovre non proprio rispettose del codice della strada, o peggio ancora, manovre decisamente pericolose per se stesso e per gli altri mezzi presenti sulla strada, compreso il vostro.

Avere in mano la patente di guida, infatti, non ci garantisce di saper guidare perfettamente la nostra auto in situazioni di pericolo. Per questo motivo sarebbe auspicabile, almeno una volta nella vita da patentati, effettuare un corso di guida sicura per apprendere le tecniche di controllo del mezzo in situazioni di emergenza.

Prevedere e valutare in anticipo le situazioni di pericolo nella guida di tutti i giorni ci aiuterà ad evitare incidenti che possono avere conseguenze anche gravi. 

Che cosa si apprende nei corsi di guida sicura?

Generalmente, quando si prende parte a un corso di guida sicura, ci si aspetta di imparare queste cose:

  • acquisire la consapevolezza delle proprie capacità di guida
  • imparare il corretto uso dei sistemi di sicurezza di cui sono dotati i veicoli
  • gestire situazioni impreviste
  • affinare la percezione del rischio in strada 
  • incentivare la cultura della prevenzione
  • responsabilizzare chi è alla guida
  • gestire le reazioni più comuni nelle situazioni di pericolo.

Come funziona un corso di guida sicura?

Esistono corsi di guida sicura per ogni livello di utente della strada, quindi estremamente personalizzabili.

In ogni caso, un buon corso che si proponga di insegnare come reagire a situazioni di pericolo al volante, deve sicuramente prevedere una sessione teorica, in cui istruttori qualificati vi spieghino quali sono le principali dinamiche degli incidenti, la tecnica del veicolo nelle situazioni di emergenza, come risponde un mezzo a sollecitazioni particolari (come i casi di testacoda, aquaplaning, etc) e quanto altro sia utile da sapere; poi è fondamentale sedersi al volante con l’istruttore a fianco e sperimentare in uno spazio sicuro quanto avete visto nella sessione teorica, provando a reagire alle situazioni di pericolo come vi è stato insegnato.

Chi può frequentare un corso di guida sicura?

Tutti coloro che sono in possesso di una patente di guida possono prendere parte a un corso di guida sicura. Sebbene per i neopatentati il codice della strada indichi norme di sicurezza più restrittive, proprio per questi sarebbe ideale frequentare un corso di guida sicura.

Ma anche chi si trova sulla strada da più anni, avendo acquisito magari modalità di guida sbagliate o avendo abbassato la soglia di attenzione, sentendosi più sicuro al volante, dovrebbe mettersi a “scuola” di sicurezza stradale.

Costi

I costi dei corsi di guida sicura possono variare anche significativamente in base a vari fattori: quanti giorni dura il corso, se è un corso personalizzato o se vi partecipano più persone, se ci sono incentivi per prendervi parte, etc. La cosa migliore e individuare la struttura dove lo volete effettuare e chiedere un preventivo. In ogni caso, la cifra per un corso di una giornata si aggira intorno ad alcune centinaia di euro.

Dove effettuare un corso di guida sicura a Perugia?

Una delle realtà con maggiore esperienza nel settore, in Umbria, è certamente il CNESS, Centro Nazionale di Educazione alla Sicurezza Stradale, presso l’Autodromo dell’Umbria (Magione)

I corsi del CNESS prevedono lezioni teoriche sui comportamenti dinamici dei veicoli e sulle tecniche di guida e si svolgono nelle aule della palazzina all’interno dell’impianto di Magione, mentre l’attività pratica si sposta sulle aree tecniche appositamente attrezzate e sulla pista dell’Autodromo Borzacchini.

In alcuni casi i corsi possono essere anche itineranti, in ambienti dotati di apposite infrastrutture.

Al termine dei corsi viene rilasciato un attestato di frequenza e un giudizio personalizzato sul grado di apprendimento dimostrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento