Bando per l'assegnazione di bici a studenti universitari, la scadenza e come partecipare

Le biciclette saranno concesse agli studenti universitari in comodato d’uso gratuito. Anche per questo, nei prossimi giorni, saranno installate sei rastrelliere in corrispondenza dei poli universitari

In base all’accordo tra il Ministero dell’Ambiente, l’ANCI e Ducati Energia per la sperimentazione di un prototipo di bicicletta ad emissioni zero, nell’ambito del progetto E Bike, si apre ora la seconda fase, con l’assegnazione di ulteriori 30 biciclette, dopo le precedenti 30, assegnate al comune di Perugia a fine 2015.

Al via da oggi, sabato primo luglio, e fino al 15 settembre, sul portale del Comune il bando per l’assegnazione delle bici agli studenti universitari (disponibile anche nei siti delle Università di Perugia e dell’ADISU) e l’attivazione del form online per la presentazione della domanda (http://istituzionale.comune.perugia.it/articoli/progetto-e-bike0-universita-in-bicicletta-adotta-u)

I destinatari delle assegnazioni saranno studenti regolarmente iscritti all’Università; nell’eventualità che non vi siano domande ammissibili in numero sufficiente per procedere all’assegnazione di tutte le biciclette, potranno essere concesse in via residuale a dipendenti e assegnisti delle Università. In caso di ulteriore disponibilità di biciclette si procederà all’assegnazione a soggetti maggiorenni residenti o domiciliati nel territorio comunale.

Le biciclette saranno concesse agli studenti universitari in comodato d’uso gratuito. Anche per questo, nei prossimi giorni, saranno installate sei rastrelliere, necessarie all’allocazione dei 60 prototipi, in corrispondenza dei poli universitari: Facoltà di Ingegneria, Piazza Università, Mensa via Pascoli, Onaosi e due presso la Facoltà di Medicina.

In caso di domande superiori al numero delle biciclette disponibili per ogni rastrelliera, si procederà alla formulazione di una graduatoria sulla base di un punteggio calcolato in base alla distanza del luogo di residenza o domicilio dalla rastrelliera, alla proprietà di autoveicolo con alimentazione esclusivamente a benzina o diesel, all’essere stato comodatario durante la prima fase della sperimentazione. La stesura dell’eventuale graduatoria suddivisa per ogni rastrelliera sarà curata da apposita commissione, della quale sarà chiamato a far parte un rappresentante degli studenti dell’Università degli Studi di Perugia.

La sperimentazione è volta a rafforzare ed integrare le azioni di mobilità sostenibile, per ridurre l’inquinamento e la congestione derivante dal traffico, nonché diffondere la cultura della mobilità alternativa ed aggiornare gli strumenti di pianificazione della mobilità in città. L’Amministrazione ha elaborato il programma “Perugia Smart City” inteso come un nuovo modello di sviluppo in grado di favorire la costruzione partecipata di un progetto di città vivibile, a basse emissioni, dotata di attuali tecnologie; tra le linee progettuali è compresa proprio quella denominata “Università in bicicletta”, finalizzata a promuovere nuove forme di mobilità urbana. La stessa linea progettuale prevede inoltre di sviluppare, in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia, l’Università per Stranieri, ADISU ed Onaosi, un’azione specifica dal titolo “Adotta una bici” rivolta principalmente agli studenti universitari iscritti agli Atenei perugini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo e freddo, prima nevicata dell'inverno 2019: il bollettino e le aree che saranno imbiancate

  • Inchiesta anti-ndrangheta a Perugia, tutti i nomi degli arrestati e fermati in Calabria e in Umbria

  • Aereo guasto atterra e si schianta, morti e feriti: la super esercitazione all'Aeroporto di Perugia

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Tragedia a Mantignana: muore pedone investito da un'auto, inutili i soccorsi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento