Il pesce simbolo del Trasimeno rischia l'estinzione: "Ecco come stiamo salvando il luccio"

Reimmessi nel lago Trasimeno i lucci utilizzati dal centro ittiogenico di Sant’Arcangelo come riproduttori per la produzione di uova. «I lucci – spiega Mauro Natali, tecnico in acquacoltura – vengono catturati con la collaborazione dei pescatori della cooperativa di San Feliciano unicamente per consentire la spremitura delle uova. La pesca del luccio infatti è vietata dal 2011 proprio per preservarne la presenza che in questi anni è andata progressivamente diminuendo. L’ecosistema cambiato con l’arrivo di nuove specie che entrano in competizione con il luccio ne hanno decimato la popolazione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La pesca autorizzata del luccio viene effettuata tra febbraio e marzo, periodo in cui si riproduce spostandosi lungo le rive. In questa condizioni è possibile catturarlo. «Le uova – prosegue Natali – trasformate in avannotti di 7-8 centimetri vengo immessi nel Trasimeno così da impedirne l’estinzione. Possiamo dire che questa è una delle attività più importanti che svolgiamo. Per le altre specie di pesci, come carpe e tinche, abbiamo riproduttori nello stesso centro. Per il lucci è indispensabile procedere alla loro cattura controllata e, siccome sono veramente pochi, reinserirli, dopo le apposite cure, nel lago». 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, il bollettino in Umbria 2 aprile. Altri segnali positivi: aumentano i guariti e 4mila fuori dall'isolamento, contagiati di nuovo in calo

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 2 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento