Fisioterapista, il lavoro che va forte in Umbria

Con la maggior parte della popolazione di età superiore ai 46 anni, il lavoro del fisioterapista in Umbria è sempre richiesto. Ecco come formarsi a questa professione sanitaria a Perugia

Esiste una professione sanitaria che non conosce crisi, specialmente in una regione come l’Umbria in cui la fetta più larga della popolazione ha un’età compresa tra i 45 e 54 anni (fonte Urbistat): il fisioterapista.

Il fisioterapista è un operatore sanitario che pratica interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori e di quelle viscerali.

Può lavorare autonomamente o in collaborazione con altre figure sanitarie, in particolare facendo riferimento  alla diagnosi ed alle prescrizioni del medico.

Come opera il fisioterapista:

  • elabora, anche in équipe multidisciplinare, la definizione del programma di riabilitazione per affrontare il bisogno di salute della persona disabile; 
  • pratica autonomamente attività terapeutica per la rieducazione funzionale delle disabilità motorie, psicomotorie e cognitive attuando terapie fisiche, manuali, massoterapiche e occupazionali; 
  • propone l’adozione di protesi ed ausili, ne addestra all’uso e ne verifica l’efficacia; 
  • svolge attività di studio, didattica e consulenza professionale.

Fisioterapista: percorso di formazione

Per diventare fisioterapista è necessario conseguire il diploma di laurea triennale in Fisioterapia. Si tratta di un corso di studio organizzato dalle Facoltà di Medicina e Chirurgia, a numero programmato con relativo test d’ingresso.

A Perugia il corso di laurea si svolge presso il Dipartimento di Scienze Chirurgiche e Biomediche dell’Università degli Studi.

Il numero dei posti viene stabilito annualmente dal Ministero dell’Istruzione a livello nazionale. Tra le materie facenti parte del programma di studi ci sono fisica, genetica, biologia, fisiologia, metodologia della riabilitazione, farmacologia, geriatria, scienze cliniche e patologia generale.

Il percorso di laurea per diventare fisioterapista prevede anche un tirocinio formativo. Tirocinio che ammonta a più di 1300 ore durante tutto il triennio e da svolgere presso strutture ospedaliere o extra-ospedaliere. 

La prova finale della laurea triennale in Fisioterapia ha anche valore di Esame di Stato abilitante all’esercizio professionale.

Dopo la laurea, il fisioterapista può accedere ai corsi di laurea magistrale in Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie o frequentare master e corsi di perfezionamento per specializzarsi in specifici settori, ad esempio cardio-respiratorio, pediatrico, sportivo e ortopedico-traumatologico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ricordiamo, infine, che il DDL Lorenzin sulle professioni sanitarie entrato in vigore con la legge n. 3 del 11 gennaio 2018 ha introdotto l’istituzione di un albo per ognuna delle professioni sanitarie regolamentate ma non ordinate, tra cui l’Albo dei Fisioterapisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esami di terza media, la tesina dovrà essere discussa on line

  • Università di Perugia, al via il nuovo corso di studio che si terra ad Assisi: Planet Life Design

  • Didattica a distanza, che cosa ne pensano gli studenti?

Torna su
PerugiaToday è in caricamento