Villa Pitignano, la Sagra del baccalà parte subito forte: le specialità e i concerti

Fino a domenica 1 settembre ogni sera stand gastronomici, giochi, danze e musica live

Visto il clima non proprio favorevole, lo slogan della prima serata della Sagra del baccalà di Villa Pitignano, venerdì 23 agosto, non poteva che essere “sagra bagnata: sagra fortunata”. Nonostante non si siano potuti svolgere gli spettacoli musicali in programma, d’altronde, la cucina ha avuto comunque il suo bel da fare vista la notevole affluenza allo stand gastronomico di persone venute anche da fuori Perugia per assaporare i piatti a base di baccalà e non solo, da quelli più tradizionali ai più innovativi.

Nata nel 2014 per rivalorizzare uno dei prodotti tipici della cucina e del mondo contadino umbro, il baccalà appunto, la Sagra organizzata dalla proloco di Villa Pitignano cerca, infatti, ogni anno di proporre oltre alla classica ricetta ‘alla perugina’, “baccalà fritto, poi cucinato in umido e condito con uvetta, pinoli e prugne secche – come ci hanno ricordato gli chef Daniele Menculini e Luca Meoni –”, anche delle novità come i “cannelloni ripieni di baccalà, conditi con una salsa all’amatriciana e sfumati con aceto balsamico”. Altro pezzo forte della gastronomia di Villa Pitignano è l’intramontabile baccalà fritto come ha sottolineato l’addetto alla friggitura Lino Lucaroni.

“La pastella è quella classica con farina, acqua, birra e sale – ci ha mostrato Lucaroni –, ma ci siamo dovuti ingegnare a livello organizzativo per velocizzare i tempi di lavoro poiché, partiti quasi per scherzo, siamo arrivati a friggere circa cento chili di baccalà a sera”. “Bisogna veramente ringraziare le decine di volontari che ci danno una mano – ha commentato il presidente della proloco Stefano Spaterna –. È una cosa bellissima vedere tutto l’impegno che viene offerto gratuitamente alla comunità, dal più piccolo ragazzo con il suo entusiasmo alla persona meno giovane che mette in campo la sua esperienza. È un evento che riunisce proprio tutti”.

Conclamata la qualità della cucina, l’altro aspetto che ha fatto conoscere la Sagra del baccalà nel territorio è l’offerta musicale con una pista riservata ogni sera alle orchestre e al ballo liscio e un’ampia area destinata ai giovani e in cui viene organizzato, in concomitanza con la sagra, il Vp dance festival. Qui i dj sono di casa e già domenica 25 agosto è previsto l’atteso evento Bounce dedicato alla black music. Fino a domenica 1 settembre il Vp dance festival ospiterà ogni notte le serate più in voga della scena perugina. Sul più classico ma intramontabile fronte del liscio, gli occhi sono tutti puntati sulla serata di venerdì 30 agosto quando sul palco salirà la storica Franco Bagutti band. Anche in questo caso però, non ci sarà sera dove non si potranno ballare i classici della musica italiana e iternazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

  • Lo riconosce e lo accompagna dai carabinieri, ritrovato il giornalista Giovanni Camirri

  • Università di Perugia, premiati i migliori laureati del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche: tutti i nomi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento