Umbria Jazz: si vola ai Caraibi! Il duo di star cubane incanta l’Arena

E' una danza a quattro mani quella che dà vita alla sesta serata degli appuntamenti all'Arena Santa Giuliana. Ecco i virtuosi del pianoforte Chucho Valdes e Gonzalo Rubalcaba

Due pianoforti. Che vibrano, si rincorrono. Si annodano per poi sciogliersi e infine, si riprendono. E’ una danza a quattro mani quella che dà vita alla sesta serata degli appuntamenti all’Arena Santa Giuliana, il “tempio” estivo della grande rassegna jazz che anche quest’anno non manca di ospitare le stelle della musica.

Spazio ancora ad un altro eccezionale duo:  Chucho Valdes e Gonzalo Rubalcaba, considerati dalla critica musicale due autentici virtuosi del pianoforte. L’uno di fronte all’altro, seduti davanti a due gran coda, danno vita a un jazz condito da rimandi latini che non tardano a coinvolgere la platea.

Basta sentire l’applauso sincero di un pubblico appassionato che conosce l’arte di queste virtuose star cubane. Basti pensare, ancora, che Valdes nella sua carriera, ha già conquistato cinque Grammy e tre Latin Grammy. Ma non è solo il plauso di tali, ambiti riconoscimenti, a rendere speciale la sua musica. Profonda e calda come l’Havana, intrisa di contraddizioni e melanconia, ecco innalzarsi al cielo una lenta e appassionata dedica alla sua terra, all’alma latina, ai Caraibi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall’afro jazz alle tradizioni popolari; dal piano escono mille suoni del mondo, raccontanti secondo il suo stile unico. E’stato lui, celebre fondatore degli Irakere, a ridare forma ai tratti identitari della musica latina. Ma sul palco, insieme a lui, c’è Gonzalo Rubalcaba, nato nell’Avana post-rivoluzione e intriso di folklore caraibico e jazz americano, ma dal solido studio classico. Insieme, quasi fossero una sola anima, incantano il pubblico dell’Arena. E se pensavate che l’Avana fosse così lontana, stasera questi due virtuosi ce l’hanno portata a Perugia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento