Il genio del jazz Tom Harrell sul palco del Giò: grande attesa per il trombettista americano

  • Dove
    Hotel Giò Wine & Jazz Area
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 30/04/2017 al 30/04/2017
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

A rendere unico, originale, jazz e davvero speciale l’International Jazz Day in programma a Perugia sarà il concerto di Tom Harrell. Il celebre e acclamato trombettista americano sarà così in concerto il 30 aprile all’Auditorium dell’Hotel Giò Jazz Area - affiancato da Danny Grissett al pianoforte, Ugonna Okegwo al contrabbasso e da Adam Cruz alla batteria - per l’unica data nel Centro-Sud Italia. Un’esclusiva, quella con una delle trombe più rappresentative e ammirate del jazz degli ultimi quattro decenni, resa possibile grazie all’associazione culturale R3 Made in Music che si avvale per l’evento del supporto dell’Hotel Giò Jazz Area (nell’ambito del progetto Food&Jazz dal Vino), oltre che della Banca Mediolanum e del patrocinio della Regione Umbria e del Comune di Perugia.

Anche Perugia quindi, grazie alla regia di R3 Made in Music, omaggerà in grande stile la Giornata internazionale del jazz, istituita nel 2012 dall'Unesco per riconoscere al jazz lo status di forma d’arte degna di una giornata di celebrazione e che si festeggia contemporaneamente in quasi 200 paesi durante la giornata del 30 aprile. Quella che andrà in scena all’Hotel Giò Jazz Area sarà però anche una due giorni di eventi in occasione dell’International Jazz Day, visto che il concerto di Harrell sarà anticipato il giorno stesso dalla cena a buffet ‘Norcia e dintorni’, dedicata a Norcia e ai prodotti tipici della Valnerina, e sarà seguito da una masterclass con il celebre trombettista e il suo quartetto in programma il 1 maggio a partire dalle ore 15. Durante la Masterclass, rivolta ai musicisti e che già si stanno iscrivendo in tanti da tutta Italia, sarà data la possibilità anche ai curiosi di assistere all’incontro come spettatori.

La cena a buffet ‘Norcia e dintorni’, grazie al contributo dell’Hotel Giò Jazz Area, nasce con l’intento di promuovere i prodotti di una delle zone più belle dell’Umbria che hanno recentemente sofferto per i noti accadimenti di fine ottobre. L’Hotel Giò Jazz Area ha anche predisposto pacchetti a prezzi agevolati, per chi parteciperà sia al concerto che alla masterclass: un perfetto mix  di  buon cibo, ascolto e apprendimento della musica jazz e relax nelle Jazz Room, con poltrona massaggiante e lettore cd.

“Per l’International Jazz Day a Perugia – ha affermato Fabio Giacchetta di R3 Made in Music – abbiamo pensato ad un evento jazz all’ennesima potenza. La scelta è caduta su Harrell perché musicista dalla sensibilità particolare, perché non è abituato a fare tournée e centellina al massimo le sue apparizioni e perché da tempo non veniva a Perugia”. “Harrell e la band – ha aggiunto Valeria Guarducci dell’Hotel Giò Jazz Area – arriveranno il 29 aprile e saranno nostri ospiti per tre giorni ed un Hotel a tema jazz come il nostro è l’ideale per ospitarli. Ed il suo concerto sarà il momento più importante della nostra rassegna Food&Jazz dal Vino nata per abbinare musica, buon cibo e buoni vini”.

Nato nel 1946 a Urbana (Illinois), Tom Harrell ha trovato nella tromba la migliore cura per alleviare i sintomi di una grave forma di schizofrenia. Il contatto con lo strumento lo libera infatti dai suoi fantasmi e ciò risuona chiaramente nelle sue note cristalline, le linee melodiche e il fraseggio che esprimono un commovente senso di liberazione e serenità, anche nei frangenti ritmicamente più esplosivi. A parlare è la forza interiore di Harrell, il contenuto espressivo delle sue improvvisazioni e una tecnica tra le più raffinate. Al di là dei molti premi che ne sanciscono il talento, come le ripetute affermazioni nei referendum di DownBeat e Jazz Times, Harrell è una vera icona vivente della tromba jazz per la forza con la quale ha sopraffatto i problemi personali, conquistando l’ammirazione dei colleghi e del pubblico.

Dopo i primi passi sulla scena musicale californiana, con Stan Kenton (1969), Woody Herman (1970-71) e Horace Silver (1973-77), Harrell si trasferì a New York. Sulla costa orientale i suoi primi sodalizi musicali furono con Bill Evans (1979), Lee Konitz (1979-81) e George Russell (1982). Harrell raggiunse poi l’apice del suo stile durante il lungo e celeberrimo connubio con Phil Woods, del cui quintetto fece parte dal 1983 al 1989. Da allora lo si è visto prevalentemente a capo di propri gruppi, tra i quali l’attuale quartetto spicca come una superba macchina da swing, capace di catapultare nella nostra contemporaneità l’esperienza sia delle trombe più vigorose dell’epoca hard bop (Clifford Brown) che la toccante cantabilità senza tempo di Chet Baker.

Dopo il sodalizio discografico con la RCA/BMG (1996-2003), caratterizzato soprattutto da lavori per larghi organici, Harrell registra ora prevalentemente per l’etichetta HighNote, con la quale ha rilanciato l’avventura delle sue small bands. Tra queste, il quartetto che suonerà a Perugia è contemporaneamente una novità assoluta (si attende l’uscita della prima incisione, prevista nel 2017) ma anche una ben rodata combinazione di musicisti dalla lunga esperienza in comune.

Proseguono così anche nel 2017 gli appuntamenti organizzati dall’associazione culturale R3 Made in Music, progetto nato nel 2016 anche dall’esperienza decennale di gestione del jazz club ‘Ricomincio da 3’ di San Mariano di Corciano, ad oggi considerato il jazz club di riferimento in Italia, per portare in Umbria musica di qualità e di ogni genere. Numerosi già i concerti targati R3 Made in Music che hanno già lasciato il segno nel panorama musicale regionale tra cui quelli con la pianista giapponese Chihiro Yamanaka, con il Trio Bobo, con Tony Momrelle, voce solista degli Incognito, con James Senese e Napoli Centrale, e con Cinzia Tedesco e il suo progetto jazz Verdi’s Mood. Tutti svolti in location come Teatro Pavone, Teatro Morlacchi e Sala dei Notari. A questi ora si aggiunge un nuovo grande artista come Harrell e soprattutto una location ideale per eventi di prestigio come l’Auditorium dell’Hotel Giò Jazz Area.



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • A luglio l’inaugurazione del “Parco della Fate”: unico nel suo genere è uno dei pochi in Italia

    • dal 1 luglio al 28 giugno 2017
  • "Da Giotto a Morandi": apre a Perugia una delle mostre più attese dell'anno

    • dal 11 aprile al 15 settembre 2017
    • Palazzo Baldeschi
  • I Primi d'Italia, da Vissani a Uliassi: appuntamento a Foligno con i più grandi chef

    • dal 29 settembre 2016 al 2 settembre 2017
    • centro di Foligno

I più visti

  • A luglio l’inaugurazione del “Parco della Fate”: unico nel suo genere è uno dei pochi in Italia

    • dal 1 luglio al 28 giugno 2017
  • "Da Giotto a Morandi": apre a Perugia una delle mostre più attese dell'anno

    • dal 11 aprile al 15 settembre 2017
    • Palazzo Baldeschi
  • I Primi d'Italia, da Vissani a Uliassi: appuntamento a Foligno con i più grandi chef

    • dal 29 settembre 2016 al 2 settembre 2017
    • centro di Foligno
  • Torna la stagione della Darsena Live Music: tutti i concerti in programma

    • dal 1 aprile al 30 settembre 2017
    • Darsena Live Music
Torna su
PerugiaToday è in caricamento