Tesori d'arte e di storia, l'Esercito Italiano apre le porte del complesso di Santa Giuliana

Due giornate per scoprire il monastero medievale perugino con studiosi e specialisti e le visite guidate, occasione unica per visitare il convento

La Scuola di lingue estere dell’Esercito Italiano ha promosso un ciclo di conferenze dal titolo “Tesori d’arte e di storia: il monastero di Santa Giuliana di Perugia” che si terranno nei giorni giovedì 26 settembre e giovedì 3 ottobre 2019 alle ore 16.45.

Il monastero femminile di Santa Giuliana fu fondato nel 1253 e posto sotto la regola cistercense. L’appoggio del cardinale Giovanni di Toledo e di molte facoltose famiglie perugine ne fecero uno dei più prestigiosi complessi monumentali della città. Confermano questo ruolo di primo piano le numerose e preziose testimonianze della decorazione medievale e rinascimentale che caratterizzano ancora gli ambienti monastici: la chiesa, il coro delle monache, la sala capitolare, il chiostro. Trasformato in ospedale militare dopo l’Unità d’Italia, è oggi sede della Scuola di lingue estere dell’Esercito Italiano.

Giovedì 26 settembre 2019 dopo il saluto del Gen. B. Uberto Incisa di Camerana (Comandante Scuola lingue estere dell’Esercito) seguirà l’introduzione di Laura Teza (Università degli Studi di Perugia) e le relazioni di Stefania Zucchini (Università degli Studi di Perugia) su “Le origini e lo sviluppo medievale del monastero” e di Mirko Santanicchia (Università degli studi di Perugia) su “Guardando Assisi: la decorazione pittorica fra Duecento e Trecento”. Seguirà la visita guidata, un’occasione unica per apprezzare questo vero e proprio gioiello del medioevo cittadino.

Giovedì 03 ottobre 2019 aprirà la giornata il saluto del Gen. B. Uberto Incisa di Camerana (Comandante Scuola lingue estere dell’Esercito), poi l’introduzione di Mario Tosti (Direttore del Dipartimento di Lettere) e le relazioni di Paola Monacchia (Deputazione di Storia Patria per l’Umbria) su “L’età moderna: da monastero a Scuola di Lingue” e di Veruska Picchiarelli (Galleria Nazionale dell’ Umbria) “Dal coro al chiostro: arte a Santa Giuliana tra la fine del Trecento e la fine del Quattrocento”. Seguirà la visita guidata al complesso monastico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Nuovo concorso pubblico: 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Elezioni regionali, nuovo sondaggio sull'Umbria: Tesei avanti su Bianconi, la forbice e il numero degli indecisi

  • La Cena degli Sconosciuti arriva a Perugia: come funziona

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Follia sul treno: ha il biglietto, ma picchia lo stesso il controllore

Torna su
PerugiaToday è in caricamento