Riapre il museo "energia e vita" di Costacciaro dopo due anni di chiusura per furto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PerugiaToday

Il Museo Comunale "Energia e Vita" ha finalmente riaperto i battenti e rientra nella piena disponibilità della Comunità di Costacciaro. Da Sabato 11 marzo tutta la popolazione, le scolaresche ed i turisti potranno avere l'occasione di vederne i contenuti e gli allestimenti. Il Museo dovette per causa di forza maggiore chiudere in occasione del furto di gran parte della dotazione avvenuta circa due anni fa, precisamente ad aprile 2015. Da allora l'Energia e Vita è rimasto pressoché inutilizzato, pur essendo il Museo più nuovo e recente del completo percorso museale di Costacciaro.

Sono occorsi due anni di indagini, condotte dal Comando Carabinieri di Sigillo, per arrivare al ritrovamento degli oggetti con la conseguente riconsegna all'ente Comunale che, nel giorno di mercoledì 1 marzo nel corso di una conferenza stampa, ha esposto tutta la dotazione rientrata in pieno possesso del Museo, ricostruendo i fatti avvenuti. Come detto durante la conferenza stampa di riconsegna del materiale, dopo dieci giorni necessari per le pulizie ed il riallestimento, si potrà procedere ad una riapertura sperata ed auspicata da tutti i cittadini che in questi due anni si sono sentiti espropriati di un bene di loro appartenenza, sul quale sono stati investiti circa 440.000 € di finanziamenti pubblici. "Il Museo Energia e Vita è una risorsa molto importante per Costacciaro", dice il Sindaco Andrea Capponi.

"Si tratta del Museo più nuovo dei tre a disposizione della Comunità Costacciarola ed è sicuramente un'attrattiva indispensabile per il rilancio e la ripartenza di Costacciaro quale luogo ideale dove incentrare un turismo didattico ed ambientale. L'Energia e Vita offre riproduzioni molto suggestive di armi preistoriche, insieme ad un percorso che ripercorre lo sviluppo della vita e dell'evoluzione, concludendo con una serie di modellini che riguardano i vari tipi di energia sfruttabili dall'uomo, con una riflessione al passato ed uno sguardo al futuro".

Torna su
PerugiaToday è in caricamento