"Raffaele Marchesi, un prete scomodo": il racconto su il patriota nella Perugia risorgimentale

Questo sabato, alle ore 9.30, presso la Sala Sant’Anna (Viale Roma, 15) si terrà la presentazione del libro di Luciano Taborchi, Raffaele Marchesi, un prete scomodo. Il maestro, il letterato, il patriota nella Perugia risorgimentale, edito nel 2016 dalla Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Umbria e delle Marche. L’incontro, organizzato dal Comune di Perugia, dalla Biblioteca Augusta e dalla Soprintendenza archivistica e bibliografica dell'Umbria e delle Marche, in collaborazione con il Lions Club di Perugia e l’Associazione culturale 'Beata Colomba da Rieti', verrà presieduto da Maria Teresa Severini, Assessore alla Cultura, Turismo e Università del Comune di Perugia.

Nato a Magione nel 1810, Raffaele Marchesi, una delle menti di più alto ingegno che operarono a Perugia nell’Ottocento, aprì in città le scuole serali e festive per i fanciulli avviati precocemente al lavoro e, nel 1861, fu uno dei fondatori del primo asilo d’infanzia, il “Santa Croce”, che, anni dopo sotto la direzione di Maria Antonietta Paolini, diventò un modello di riferimento per l’applicazione del metodo montessoriano. Nel corso dell’appuntamento, l’autore, Luciano Taborchi, Mario Squadroni (Soprintendenza archivistica e bibliografica dell'Umbria e delle Marche), Gian Biagio Furiozzi e Andrea Possieri (Università degli Studi di Perugia) e Gabriele Goretti (già Dirigente scolastico) approfondiranno la figura di Marchesi che dedicò la sua vita alla formazione di una coscienza italiana per aprire le menti dei giovani agli ideali del Risorgimento.

Cappellano militare nella Prima Guerra d’Indipendenza, ebbe un importante ruolo nella Repubblica romana (il suo nome figura nel Dizionario del Risorgimento Nazionale tra i benemeriti per l’unità d’Italia) che gli valse pesanti conseguenze personali con l’allontanamento per un lungo periodo dalla professione di insegnante e dal pieno esercizio della sua missione ecclesiastica. Da cattolico liberale, il suo merito maggiore fu quello di aver compreso la necessità di conciliare il cattolicesimo con le spinte laiche per l’emancipazione del proletariato attraverso l’istruzione e di operare per il riconoscimento dei principali diritti civili e politici alle persone appartenenti ad ogni ceto sociale.

All’incontro parteciperanno, inoltre, Dramane Diego Wague, Assessore alle Politiche Scolastiche del Comune di Perugia, Amilcare Conti, Presidente dell'Associazione culturale 'Beata Colomba da Rieti', e Leda Puppa, 2° Vice Governatore Lions Distretto 108 L. L’opera ha il patrocinio del Comune di Perugia, del Comune di Magione e dei Lions del Distretto 108L.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Arriva al Morlacchi la "Tosca", è il progetto Grande Lirica Perugia

    • dal 9 febbraio al 24 gennaio 2020
    • Teatro Morlacchi
  • Vent'anni di Teatro Lyrick e una nuova stagione ricchissima

    • dal 20 ottobre 2019 al 23 maggio 2020
    • Teatro Lyrick
  • Jazz Club Perugia, comincia la lunga (e ghiotta) stagione del jazz

    • dal 8 novembre 2019 al 30 aprile 2020
    • Sina Brufani e Teatro Morlacchi
  • Quasar Village, dove il "Magico mondo di Babbo Natale" diventa realtà: ecco come visitarlo

    • dal 16 novembre 2019 al 26 gennaio 2020
    • Centro Commerciale Quasar Village
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PerugiaToday è in caricamento