Chi con le streghe di Halloween, chi a festeggiare i "Santi" in oratorio: gli eventi in parrocchia

Monsignor Marconi: "Oggi purtroppo è diventata la festa delle zucche vuote e sarebbe bello se tutti potessero festeggiare “Halloween” in maniera positiva, con la zucca piena".

Ci sono gli eventi e le serate, per tutte le età, degli amanti della pagana Halloween ma ci sono anche quelli organizzati dalle parrocchie e dagli oratori perugini legati ai festeggiamenti per la vigilia della festa di Ognissanti e dove la zucca e le streghe non sono le ben venute. 

Secondo la Curia, i festeggiamenti cristiani non sono certo una sfida al tradizionale “Halloween”, quanto, piuttosto, il recupero e la riscoperta dell’origine di questa festa che trae ispirazione da una radice cristiana: «Halloween, invero, è una trasformazione in scozzese di una espressione inglese “All Hallows' Eve” – spiega mons. Nazzareno Marconi, già rettore del Seminario Pontificio Umbro “Pio XI” ed attuale vescovo della Diocesi di Macerata ai microfoni di “èTvMacerata” – che vuol dire “Vigilia di tutti i santificati”». 

In origine nessuna connessione con streghe e maghi per Halloween, festa di tradizione anglosassone con ricorrenze celtiche che ha assunto negli Stati Uniti le forme commerciali con cui oggi si presenta nel mondo. «Oggi purtroppo è diventata la festa delle zucche vuote – prosegue mons. Marconi – e sarebbe bello se tutti potessero festeggiare “Halloween” in maniera positiva, con la zucca piena».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È piuttosto la sera di “Holyween” negli Oratori perugini: numerose le iniziative promosse, come “La notte di Luce – Eat, Pray e Love” all’oratorio “Astrolabio” di Ponte d’Oddi o come “Accendi una luce” presso l’Oratorio di San Martino in Colle per guardare sotto un’altra luce la notte del 31 ottobre. Gli Oratori “Sentinelle del Mattino” di San Sisto e “Piergiorgio Frassati – State buoni se potete” di Castel del Piano, invece, organizzano in collaborazione una serata dal titolo “True Light - #ioscelgolaLuce” con musica, festa e preghiera; l’obiettivo è sentirsi “Più vivi che morti”, come lo slogan lanciato dall’Oratorio San Giovanni Paolo II di Prepo, Ponte della Pietra e San Faustino che propone una serata con live music, balli e buon cibo. Tutte le iniziative sono consultabili sul profilo facebook di Pastorale Giovanile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

Torna su
PerugiaToday è in caricamento