O-Janà arriva a Perugia: il duo italiano dall'anima scandinava in scena a 'Fiorivano le Viole'

Dopo il successo dell'incontro con DJ Ralph altro appuntamento musicale: il 27 febbraio al Piccolo Auditorium Balena di via dei Cartolari le musiciste Ludovica Manzo e Alessandra Bossa

Altra grande serata di musica dal vivo per l'associazione 'Fiorivano le viole', che dopo il successo dell'incontro con con DJ Ralph condotto da Gianluca 'Prinz' Liberali ospiterà giovedì 27 febbraio il duo O-Janà in una delle tappe del lungo tour che ha portato la cantante Ludovica Manzo e la musicista elettronica/pianista Alessandra Bossa fino in Canada.

IL PROGRAMMA - Aperitivo sociale e incontro musicale al Piccolo Auditorium  Balena di via dei Cartolari 26 con inizio alle ore 19. Ad aprire la serata un incontro con le musiciste e con il loro pubblico moderato da Claudia Fofi (cantautrice e formatrice vocale) seguito da un intervento musicale del duo. Una formazione dal respiro internazionale, già protagonista in prestigiosi festival e club in Italia e all’estero (Canada, Portogallo, Germania, Svezia, Ungheria, Inghilterra, Danimarca), che presenterà a Perugia il suo ultimo lavoro 'Inland Images' (Folderol Records, 2108) che vede la partecipazione del percussionista Michele Rabbia e del chitarrista norvegese Eivind Aarset.

SPERIMENTAZIONE - Una proveniente dal jazz e dalla musica di ricerca, l’altra dalla classica e contemporanea, Ludovica Manzo e Alessandra Bossa combinano elettronica, improvvisazione e songwriting in una maniera del tutto originale. La loro musica, come spiegano loro stesse "esplora i possibili percorsi che dalla forma chiusa conducono all’improvvisazione totale, e viceversa, cercando di espandere i confini della melodia e della forma canzone attraverso l’elettronica e il cut-up sonoro. Pulsazioni che nascono dal gesto improvvisativo, giochi bizzarri tra suono e parola, storie nascoste in paesaggi onirici, sono elementi delle loro composizioni originali e delle performance live". 

ANIMA SCANDINAVA - La larga frequentazione della Svezia, dove Bossa risiede dal 2011, ha portato al duo una particolare attenzione all’impasto timbrico creato dalla fusione di suoni acustici ed elettronici e ad atmosfere dilatate e liquide che rivolgono lo sguardo proprio alla attuale scena musicale nordeuropea e scandinava in particolare. A questo si unisce una naturale risonanza del Mediterraneo, data dalla provenienza partenopea delle due musiciste, che si manifesta nelle scelte melodiche e nella ricerca di una 'classicità' seppur immersa nel mondo sonoro contemporaneo.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

  • Battuta di pesca illegale nelle acque del Trasimeno: sorpresi con 150 chili di carpe e multati per 4mila euro

  • Coronavirus, altre due vittime in Umbria: lutto a Perugia e Castiglione del Lago

Torna su
PerugiaToday è in caricamento