Arte, devozione e paesaggi mozzafiato: una passeggiata immersi nelle nostre bellezze

Il prossimo appuntamento dell’Associazione “L’Olivo e la ginestra”, che propone sistematicamente le sue interessanti escursioni naturalistiche, prevede partenza e ritorno dal santuario di Mongiovino

Il prossimo appuntamento dell’Associazione “L’Olivo e la ginestra”, che propone sistematicamente le sue interessanti escursioni naturalistiche, prevede partenza e ritorno dal santuario di Mongiovino (foto). Questa passeggiata è inserita nel programma di eventi del progetto “I sentieri del Perugino”, svolto in collaborazione tra 4 associazioni del Territorio (oltre a “L’Olivo e la ginestra”, partecipano “Tavernelle cammina”, “Il Riccio”, “L’Anello del fiume d’oro”), insieme ai comuni di Città della Pieve, Paciano, Panicale e Piegaro con il coordinamento di A.N.C.I. Umbria.

A far capo da questa preziosa testimonianza di arte e devozione, si sale per un sentiero che raggiunge il pittoresco borgo di Mongiovino Vecchio, con bella veduta panoramica su Panicale e sulla valle del Nestore. Percorrendo quindi un’ampia strada bianca, si arriva a un bivio dove si svolta sulla destra, inoltrandosi nel bosco in discesa, sino a raggiungere un incrocio di più vie dove si trova un’antica calcinaia che sarà interessante osservare come documento storico e antropologico di attività tradizionali. Successivamente si prende una strada che si inerpica sul monte e si ridiscende raggiungendo le pendici acclivi del monte Solare.

Si tiene la destra passando per un bel casolare con ampia veduta panoramica sulla vallata che guarda verso la Villa di monte Solare; questa veduta rappresenta un bell’esempio di paesaggio agricolo collinare umbro con la sua la sua variegata composizione. È poi la volta di incamminarsi per la strada di fondovalle detta di “Muserale” per ritornare all’incrocio di sette vie, già precedentemente attraversato. Si prosegue diritto, in leggera ascesa, sino a poter apprezzare un’altra bella veduta panoramica sul lago Trasimeno e Panicale.

Quindi si prende la sinistra in salita e si compie una deviazione per raggiungere un altro piccolo promontorio particolarmente suggestivo.Infine si percorre l’ampia sterrata che riporta a Mongiovino Vecchio per ritornare in discesa al Santuario di Mongiovino.L’itinerario è lungo 11 km con circa 430 metri dislivello da compiere in ascesa. Per raggiungere il Santuario di Mongiovino, dotato di ampio parcheggio, si debbono seguire le indicazioni da Tavernelle salendo sulla destra.Per informazioni: Louis Montagnoli – louismontagnoli@libero.it – 3471715155 e Giannermete Romani – romaniermete@gmail.com – 3471148395

Potrebbe interessarti

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Casa in disordine, addio: ecco le tecniche per imparare a mantenere tutto a posto

  • La passione per il vino porta David e Victoria Beckham in Umbria

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

I più letti della settimana

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Don Matteo torna a Spoleto e gli albergatori chiedono il conto al Comune

  • Umbria, trovato cadavere in un campo: indaga la polizia scientifica

  • Nomine & Poltrone - Concorso per presidi, ecco i nomi dei 37 nuovi dirigenti scolastici in Umbria

  • Magione, incidente stradale tra tre auto a Montebuono: due feriti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento