Inaugurata con successo, a Civitella d’Arna, la mostra “Dentro e Fuori”, prototipo di interazione fra arte e territorio

Il titolo prende lo spunto dalla relazione che si stabilisce tra spazio interno ed esterno. Alla lettera, il dentro e il fuori sono i luoghi da visitare in quel preciso contesto storico e antropologico

Inaugurata con successo, a Civitella d’Arna, la mostra “Dentro e Fuori”, evento culturale creato in occasione della Festa delle campane e del dialetto perugino, edizione 2018. L’esposizione, a cura della giovane artista Sara Tosti, si tiene all’interno del castello dal 17 al 26 agosto.

Il titolo prende lo spunto dalla relazione che si stabilisce tra spazio interno ed esterno. Alla lettera, il dentro e il fuori sono i luoghi da visitare in quel preciso contesto storico e antropologico. In metafora, i due avverbi si riferiscono agli spazi interiori e a quelli cosmici, intesi come luoghi dell’anima (personali) e archetipi (universali) nei quali la produzione artistica individua finalità e motivazioni.

Scopo precipuo della mostra, quello di promuovere un approccio teso alla conoscenza del territorio di Civitella d’Arna come luogo ideale, al fine di rinnovare il patto fra uomo e ambiente, fra identità personale e natura. Gli spazi destinati alle installazioni e individuati all’interno (il castello) ed all’esterno (il parco), su indicazioni degli artisti stessi, evocano percorsi storici e poetici.

Espongono: Toni Bellucci, Mario Boldrini, Maty Galafate, Stella Lupo, Lorenzo Maqcèd, Liviano Orologio, Francesco Peccia, Marilena Scavizzi, Luciano Tittarelli, Sara Tosti, Francesco Tufo, Medina Zabo. Fra essi, alcuni allievi e docenti dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia.

Eterogenei e interessanti i prodotti d’arte in esposizione, tali da fornire una mappatura completa di gusti e tendenze, dal classico alla sperimentazione più ardita. Complimenti alla Pro Arna, al presidente Lamberto Salvatori e ai suoi collaboratori, per aver scelto di qualificare la festa in una dimensione che si vorrebbe vedere generalizzata alle troppe sagre ispirate al semplice consumismo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

  • LA VIGNETTA di Giuseppe Pellegrini. Il Frecciarossa parte seconda: l'orario infernale!

Torna su
PerugiaToday è in caricamento