Tourné, al PalaBarton di Perugia arriva Marco Mengoni con una tappa di Atlantico Tour

Il 25 ottobre è uscito "Atlantico On Tour" (Sony Music), il nuovo progetto discografico di Marco Mengoni: un doppio CD che contiene tre brani totalmente inediti

Sarà il PalaBarton di Perugia a ospitare il prossimo 6 novembre (ore 21) il primo appuntamento della stagione 2019/2020 Tourné promossa da AUCMA e MEA Concerti che, per l'inaugurazione di questo nuovo percorso di #itineraridautore portano nel capoluogo umbro un live d'eccezione: la data zero dell'Atlantico Tour di Marco Mengoni.I biglietti in prevendita su circuiti TicketItalia, TicketOne e TicketMaster e in tutti i punti vendita autorizzati.

"La data zero di Marco Mengoni -  asserisce Gianluca Liberali, direttore artistico di Tourné - è motivo di enorme soddisfazione per noi che continuiamo da anni a impegnarci per portare nella nostra regione momenti culturali di alto livello che, spesso, vanno anche a veicolare un indotto turistico non indifferente. In occasione, ad esempio, del 6 novembre, data di lancio del tour appunto, Perugia si ritroverà sotto i riflettori della stampa nazionale, trasformandosi in un ricco crocevia di arte e turismo: i maggiori operatori culturali musicali, dal management alla produzione, dai tecnici ai giornalisti, fino all'artista stesso e il suo entourage, si ritroveranno infatti nel capoluogo umbro, e l'affluenza nelle strutture ricettive durante la prossima settimana non può che aumentare. Il concerto, quindi, sarà anche un invito a esplorare la nostra città e a conoscerne il meraviglioso patrimonio artistico".

Il 25 ottobre è uscito "Atlantico On Tour" (Sony Music), il nuovo progetto discografico di Marco Mengoni: un doppio CD che contiene tre brani totalmente inediti, arrangiati direttamente in studio con la band di Marco, oltre all’album doppio platino "Atlantico" e diciannove tracce dal vivo registrate durante il tour sold out, in Italia ed Europa. 

Il primo dei tre, Duemila volte, è scritto da Marco assieme a Davide Simonetta, Alessandro Raina e Mahmood ed è già in rotazione assieme al videoclip, ideato proprio da Marco e realizzato dal duo creativo Shipmate e da Giulio Rosati. Il secondo inedito, scritto da Marco con Flavio Pardini, “Gazzelle”, è Calci e pugni, una ballad acustica sostenuta dalle sonorità vellutate di archi e pianoforte, dove la voce di Marco arriva rassicurante a raccontare le piccole lotte quotidiane contro i mulini a vento. Quante volte cerchiamo di imporci per attirare un’attenzione che ormai non c’è più, inseguendo il desiderio di ritrovarsi, ottenendo però l’effetto contrario.

Il brano culmina in uno special tutto orchestrale, e poi chiude sottovoce, come per lasciare spazio all’accettazione, la cosa più difficile per ciascuno di noi. Basso, chitarra, batteria e voce di questo brano sono stati registrati in presa diretta, e le melodie degli archi sono stati scritti dal grande Rob Moose (musicista che ha collaborato con John Legend, Bon Iver, Arcade Fire e The National). Una curiosità: è stato proprio Marco a volerlo coinvolgere in prima persona e Moose dopo aver sentito il pezzo si è appassionato talmente tanto che ha creato tutta la parte degli archi in soli due giorni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il destino davanti, scritto da Marco con Simone Cremonini e Dario Faini, racchiude con le sue sonorità tutte le diverse culture presenti in Atlantico, che si fondono nei vari ritmi della canzone. I vari movimenti ritmici si intrecciano creando una trama dai sapori afro-sudamericani. Già testimonial per l'Italia della campagna Planet or Plastic? di National Geographic, Mengoni rinnova ancora una volta il suo impegno per l’ambiente. Per il nuovo album ha scelto infatti un particolare packaging sostenibile in cartone naturale che si biodegrada in soli due mesi, la cui produzione ha generato meno C02 e si è servita di un ridotto consumo di energia e acqua, aiutando così a combattere il cambiamento climatico. Per ribadire l’importanza dei piccoli gesti, al posto della plastica è stata usata la fibra di mais, che può diventare un ottimo fertilizzante.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

Torna su
PerugiaToday è in caricamento