Il Love Film Festival chiude in bellezza con la bio di Alfiero Toppetti, star cine-televisiva assisiate

Ultimo atto dell’edizione winter del festival di Daniele Corvi: la presentazione del libro scritto dal nostro Inviato Cittadino Sandro Allegrini

Foto finale da sinistra Massimiliano Castellani, Alfiero Toppetti, Sandro Allegrini, Simona Fiordi, Daniele Corvi

Il Love Film Festival chiude in bellezza con la bio di Alfiero Toppetti, star cine-televisiva assisiate. Ultimo atto dell’edizione winter del festival di Daniele Corvi: la presentazione del libro “Alfiero Toppetti. Una spalla per amico” (Morlacchi editore), scritto dal nostro Inviato Cittadino Sandro Allegrini.

Sebbene in concomitanza con l’evento del funambolo, la presentazione ha attirato il pubblico di appassionati e di amici della nota spalla della Carrà e di tanti altri divi della tv. Fra i convenuti, l’anchor woman, presentatrice, ballerina e cantante Simona Fiordi, che Toppetti contribuì a lanciare giovanissima sul piccolo schermo. A onorare Toppetti, il critico Fabio Melelli e il responsabile delle pagine culturali di Avvenire Massimiliano Castellani.

Com’era prevedibile, Toppetti – abilmente stimolato dall’autore – si è esibito in una serie di gag che raccontano il suo percorso artistico. A far capo dall’incontro casuale col regista Pupi Avati, fino alla sequela di performance televisive e cinematografiche che si sono dipanate per qualche decennio. E che tuttora proseguono in una carriera che non conosce crisi, se è vero che Toppetti interpreta il ruolo di un cardinale nella serie Netflix “The Pope” (“senza baffi – precisa – perché i religiosi non li portano”).

Melelli ha tracciato una raffinata diegesi storico-critica e umana di Toppetti. Abilmente affiancato da Castellani che ha proposto puntuali riferimenti non solo artistici dell’eclettico attore, facendo cenno a un episodio autobiografico della propria adolescenza.

Attore “sottoutilizzato”, per entrambi i critici, “alla Buster Keaton”, secondo Melelli, che cita date e dati, personaggi e situazioni, valendosi di una straordinaria ed enciclopedica conoscenza della storia della decima musa. Una presentazione spettacolo che ha divertito gli estimatori di questo eclettico personaggio. Le conclusioni a Daniele Corvi cui è spettato il compito di tracciare un bilancio molto positivo dell’anteprima del Festival del cinema dell’Amore.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, decine di interventi dopo il temporale della notte: le zone più colpite

  • Schianto lungo l'Apecchiese tra auto e moto, è morto il centauro portato in elicottero all'ospedale

  • Anziana morta, il figlio l'ha vegliata per 16 giorni

  • Accoltellato per difendere la commessa dal rapinatore, è grave dopo l'aggressione al supermercato

  • Minorenne, incensurato e italianissimo: nello zaino tre chili di marijuana, arresto in centro a Perugia

  • Frontale tra auto a Marsciano, due persone ferite

Torna su
PerugiaToday è in caricamento