Appuntamento a Perugia con un talento del jazz: concerto in Sala dei Notari

Da Verdi al jazz, senza tradimenti. Inizierà così, e nel migliore di modi, il 2017 musicale targato R3 Made in Music. Dopo un primo anno (2016) di avvio con alcuni concerti che hanno già lasciato il segno nel panorama musicale regionale, ora in programma c’è un nuovo live e una nuova location. Questa volta infatti toccherà alla Sala dei Notari di Perugia, dopo i teatri Pavone e Morlacchi. La bellezza unica e senza tempo delle arie di Verdi rivivrà così giovedì 5 gennaio (ore 21.30, 15 euro) nella splendida voce di Cinzia Tedesco e nelle affascinati armonizzazioni jazz di Verdi’s Mood, il suo primo album su etichetta Sony Classical uscito in Italia, Europa, Giappone e Sud Corea. Main sponsor della serata è 3Store Emisfero.

Prosegue così anche nel 2017, e con questo primo evento stagionale, il suggestivo cartellone di concerti organizzati, con il patrocinio della Regione Umbria e del Comune di Perugia, da R3 Made in Music, associazione culturale costituita dalla passione per la musica degli ideatori e dall’esperienza decennale del club ‘Ricomincio da 3’ di San Mariano di Corciano, ad oggi considerato il jazz club di riferimento in Italia, oltre che dall’esigenza di portare nella nostra regione eventi di alta qualità musicale nei vari generi.

Verdi’s Mood by Cinzia Tedesco è un progetto ideato dalla vocalist considerata un vero talento del jazz italiano. Dedicato a Giuseppe Verdi, il lavoro della Tedesco è un progetto “pure jazz”, ma al contempo è un omaggio reale, profondamente popolare, al Verdi più autentico e mai realizzato sino ad oggi in questa chiave da una vocalist. È un abito sartoriale di cui l’artista cura personalmente dettagli, sfumature e suoni, creando un mood nuovo, emozionante e che racchiude gli elementi più importanti del suo bagaglio musicale e delle esperienze di palco. La grandezza dell’originale melodia verdiana vive e risuona all’interno di armonie Jazz.

L’unicità del progetto risiede negli arrangiamenti del maestro Stefano Sabatini al pianoforte, nel modo raffinato in cui Cinzia Tedesco canta Verdi riuscendo magicamente a conferirgli un inedito e sorprendente jazzy mood, nel groove creato per ciascun brano dal grande batterista Pietro Iodice, sostenuto dal suono riconoscibile di Luca Pirozzi al contrabasso e dalla forza interpretativa di Giovanna Famulari al violoncello.

Tra i brani in scaletta, arie Verdiane note in tutto il mondo tra cui ‘La donna è mobile’ (dal Rigoletto), ‘Mercé dilette amiche’ (dai Vespri Siciliani), ‘Addio del passato’ (da La Traviata), ‘Tacea la notte placida’ (da Il Trovatore), sino al ‘Va, Pensiero’ (dal Nabucco), ‘Amami Alfredo’ (La Traviata), ‘Celeste Aida’ (Aida), ‘Sempre libera’ (La Traviata). Un progetto musicale originale e unico nel suo genere in Europa, di grande valenza artistica e culturale, tanto da meritare il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, “pronto a emozionare e che nasce per far parlare di sé”.

Cinzia Tedesco è un talento naturale, una donna grintosa e con una presenza scenica affascinante e travolgente. Una voce che incanta ed un’artista coinvolgente ed emozionante. Riconosciuta come un talento del jazz italiano, Tedesco si muove nel mondo della musica nel segno della tradizione e dell’originalità con la sua voce moderna ed intensa. Pugliese di nascita e romana d’adozione, dopo esperienze anche in trasmissioni televisive RAI come vocalist passa al jazz collaborando con grandi musicisti e diventando voce della prestigiosa Parco della Musica Jazz Orchestra fondata da Mario Corvini e Pietro Iodice. Grandi Festival al suo attivo così come collaborazioni con artisti internazionali. Nel 2016 è ideatrice del progetto teatral-musicale ‘Verdi’s Mood e le donne’ di cui è co-protagonista con Maddalena Crippa.

In un anno, o meglio pochi mesi di attività, R3 Made In Music, grazie alla sua variegata offerta musicale, ha già archiviato iniziative di successo. Il bilancio del 2016 è quindi molto positivo: ad aprile e giugno sono andati in scena al Teatro Pavone, rispettivamente, il concerto della pianista giapponese Chihiro Yamanaka (a dicembre attesa anche ad Umbria Jazz Winter) e il Gran Concerto Lirico che ha visto protagonisti 4 eccellenti cantanti lirici tutti provenienti dalla prestigiosa Accademia della Scala di Milano. Lo scorso mese di novembre, invece, sono stati proposti altri due concerti di grande qualità: il Trio Bobo (Teatro Pavone) e Tony Momrelle, voce solista degli Incognito (Urban Club). Il 3 dicembre, infine, 600 persone hanno affollato il Teatro Morlacchi per seguire l’intenso concerto di James Senese con Napoli Centrale.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Jazz Club Perugia, comincia la lunga (e ghiotta) stagione del jazz

    • dal 8 novembre 2019 al 30 aprile 2020
    • Sina Brufani e Teatro Morlacchi
  • AUCMA dà appuntamento il 27 Febbraio 2020 con Renzo Arbore e l'Orchestra Italiana

    • dal 27 al 16 febbraio 2020
    • Teatro Lyrick di Assisi
  • Morgan a Foligno il 28 Febbraio per un tributo a David Bowie

    • dal 28 al 16 febbraio 2020
    • Auditorium San Domenico

I più visti

  • Vent'anni di Teatro Lyrick e una nuova stagione ricchissima

    • dal 20 ottobre 2019 al 23 maggio 2020
    • Teatro Lyrick
  • Jazz Club Perugia, comincia la lunga (e ghiotta) stagione del jazz

    • dal 8 novembre 2019 al 30 aprile 2020
    • Sina Brufani e Teatro Morlacchi
  • "Un caffè al parco", solidarietà per combattere l'Alzheimer

    • Gratis
    • dal 20 gennaio al 18 giugno 2020
    • Parco della Pescaia
  • Al via la stagione del Piccolo Teatro degli Instabili di Assisi: una dedica ideale a Pier Paolo Pasolini

    • dal 17 novembre 2019 al 2 aprile 2020
    • Piccolo Teatro degli Instabili
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PerugiaToday è in caricamento