I primi 35 anni del Teatro di Sacco, Biselli: Abbiamo contribuito alla crescita culturale degli umbri

“Teatro di Sacco”, 35 candeline. Soddisfazione dal presidente Roberto Biselli e dall’intera compagine. Il teatro, con laboratori, produzioni professionali, sala Cutu, formazione nelle scuole è divenuto negli anni un simbolo artistico-culturale per Perugia. Nascita nerl 1985 per volontà del presidente, costante sviluppo. “Siamo certi di aver realizzato un progetto fortemente voluto, che ha permesso anche la crescita di operatori culturali umbri. C’è la certezza di aver costruito eventi coerenti al nostro progetto di teatro indipendente, progetto che resiste. Abbiamo valorizzato le caratteristiche del nostro territorio, confrontandoci al tempo stesso con un panorama più ampio” – afferma il presidente Biselli, con soddisfazione. Il “Teatro di Sacco”, da anni, comunica anche con le nuove generazioni attraverso la specifica
formazione nelle scuole territoriali. Un vero luogo di sperimentazione, dove è possibile costruire con creatività.

“Teatro di Sacco” e pandemia da coronavirus. Il presidente Biselli sottolinea: “il periodo è difficile, per lo spettacolo dal vivo. Siamo riusciti a gestire al meglio, con le nostre risorse, i mesi appena trascorsi. Abbiamo realizzato iniziative apprezzate e partecipate, coinvolgendo colleghi regolarmente retribuiti. Ci siamo, inoltre, rapportati con realtà nazionali, innescando un proficuo scambio di competenze”. Scarso sostegno da parte delle istituzioni, sottolinea il presidente. Biselli afferma che “per quanto riguarda le produzioni del Teatro di Sacco, non abbiamo ricevuto né promozione, né tutela. Va sottolineato che in Umbria ci sono decine di colleghi e di professionisti che lavorano per la formazione, nelle scuole, fanno laboratori, creano spettacoli, il tutto in assenza di leggi adeguate al loro impegno. Senza dimenticare che le attuali normative nazionali non tutelano chi opera nella cultura. L’Umbria ha professionalità e qualità mai valorizzate appieno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Passione innata, per il presidente Biselli, nel 1985 fondatore e presidente del “Teatro di Sacco”. Studioso dei maestri del teatro nazionale e internazionale, da sempre in cerca di luoghi e ambiti utili a dare vita all’arte teatrale. Auspicando tempi migliori per il settore. “La nostra regione ha problemi di politica culturale gravi di cui, ritengo, molti cittadini sono all’oscuro. Per una decisa ripresa è necessario ricreare dibattito politico-culturale, come vent’anni fa”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Aste giudiziarie, l'occasione per "rifarsi" l'auto: dall'audi Q2 praticamente nuova alla Mercedes a 50 euro

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • La Usl Umbria 1 vende 24 auto, come fare un'offerta per partecipare all'asta

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

Torna su
PerugiaToday è in caricamento