Prorogata la stupenda mostra di Renzo Scopa alla Rocca Flea di Gualdo... opere di oggi dialogano coi grandi Maestri del passato

Nel mondo di Renzo Scopa, grande Maestro urbinate, emergono figure umane, animali, vegetali, in una visione entropica della natura, immersa nella luce o nell’oscurità, in armonia di opposti

Prorogata la splendida mostra antologica di Renzo Scopa alla Rocca Flea. “Mondo dipinto” è pertanto visitabile fino alla Befana. Ce lo comunica amichevolmente il figlio Saulo, personaggio di indubbio talento (da tanto padre!): fotografo, film maker, poeta, antropologo. E fiero sostenitore della memoria artistica e umana del padre.

L’inaugurazione era avvenuta il 6 ottobre col saluto istituzionale del primo cittadino Massimiliano Presciutti e la presentazione del Direttore Catia Monacelli. Presso l’antica fortezza del XII secolo, oggi Museo Civico e sede della Pinacoteca comunale, le opere di Scopa dialogano così con quelle di Matteo da Gualdo, Niccolò Liberatore e Antonio da Fabriano.

Nel mondo di Renzo Scopa, grande Maestro urbinate, emergono figure umane, animali, vegetali, in una visione entropica della natura, immersa nella luce o nell’oscurità, in armonia di opposti.

Classico e insieme modernissimo, Scopa non disdegnava la sperimentazione di tecniche innovative dalle potenzialità infinite. Ad esempio, utilizzava la tecnica pittorica del dripping con una personalissima reinterpretazione: Scopa seminava il colore col pennello e costruiva le immagini coniugando la tecnica pittorica dell’action painting con l’arte figurativa, elemento connotativo che rimaneva comunque alla base della sua formazione. La mostra sarà aperta tutti i giorni con orario: 10.00-13.00/15.00- 18.00.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

  • Incidente lungo la E45, 23enne in gravissime condizioni: è in prognosi riservata

  • LA VIGNETTA di Giuseppe Pellegrini. Il Frecciarossa parte seconda: l'orario infernale!

Torna su
PerugiaToday è in caricamento