Prorogata la stupenda mostra di Renzo Scopa alla Rocca Flea di Gualdo... opere di oggi dialogano coi grandi Maestri del passato

Nel mondo di Renzo Scopa, grande Maestro urbinate, emergono figure umane, animali, vegetali, in una visione entropica della natura, immersa nella luce o nell’oscurità, in armonia di opposti

Prorogata la splendida mostra antologica di Renzo Scopa alla Rocca Flea. “Mondo dipinto” è pertanto visitabile fino alla Befana. Ce lo comunica amichevolmente il figlio Saulo, personaggio di indubbio talento (da tanto padre!): fotografo, film maker, poeta, antropologo. E fiero sostenitore della memoria artistica e umana del padre.

L’inaugurazione era avvenuta il 6 ottobre col saluto istituzionale del primo cittadino Massimiliano Presciutti e la presentazione del Direttore Catia Monacelli. Presso l’antica fortezza del XII secolo, oggi Museo Civico e sede della Pinacoteca comunale, le opere di Scopa dialogano così con quelle di Matteo da Gualdo, Niccolò Liberatore e Antonio da Fabriano.

Nel mondo di Renzo Scopa, grande Maestro urbinate, emergono figure umane, animali, vegetali, in una visione entropica della natura, immersa nella luce o nell’oscurità, in armonia di opposti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Classico e insieme modernissimo, Scopa non disdegnava la sperimentazione di tecniche innovative dalle potenzialità infinite. Ad esempio, utilizzava la tecnica pittorica del dripping con una personalissima reinterpretazione: Scopa seminava il colore col pennello e costruiva le immagini coniugando la tecnica pittorica dell’action painting con l’arte figurativa, elemento connotativo che rimaneva comunque alla base della sua formazione. La mostra sarà aperta tutti i giorni con orario: 10.00-13.00/15.00- 18.00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento