Giornata della Memoria, per non dimenticare mai la Shoa: convegno all'Aula Magna del Rettorato

Un’occasione felice di crescita e di educazione alla libertà delle coscienze e alla consapevolezza storica, a favore delle giovani generazioni

Celebrare degnamente la Giornata della memoria 2017 attraverso un convegno, assai partecipato, dal titolo “Identità europea e memoria della Shoa”, nello specifico del progetto “Il Volto d’Europa. La Polonia tra storia, cultura e società”. I lavori si sono aperti con i saluti del Magnifico Rettore Franco Moriconi, della Presidente dell’Assemblea Legislativa della Regione Umbria, Donatella Porzi e del Presidente della Fondazione Sant'Anna, Roberto Stefanoni. L'iniziativa vuole anche tracciare un bilancio su quello che è stato fatto in Umbria nei sedici anni in cui è stato in vigore il Giorno della Memoria, che ha visto l'Isuc tra i protagonisti.

Con la presenza di personaggi di caratura internazionale, come Jadwiga Pinderska-Lech, direttrice della Casa editrice del Museo di Auschwitz, che ha relazionato sul tema “Auschwitz: settant’anni di politiche della memoria”. Con lei, Dino Renato Nardelli, in rappresentanza della sezione didattica dell’Isuc, col presidente Mario Tosti al coordinamento. Di “Memorie asimmetriche tra Italia e Polonia” ha parlato Roberta Gorietti, dell’Istituto comprensivo Assisi2, che ha partecipato all’evento con scolaresche di rappresentanza. In un’Aula Magna del Rettorato piena di ragazzi, è stato presentato il cortometraggio “Ambulans”, per la regia di Janusz Morgenstern, che ha molto impressionato per la forza delle immagini e per la suggestione dell’audio, ad indicare le condizioni di feroce tormento subito dagli internati.

Hanno svolto relazioni anche alcuni studenti degli Istituti professionali Cavour-Marconi-Pascal di Perugia, dell’Alberghiero “De Carolis” di Spoleto, del Comprensivo Assisi2 “Galeazzo Alessi” di Santa Maria degli Angeli e del Liceo classico e musicale “Mariotti” del capoluogo. L’evento è stato organizzato collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia e la Fondazione “S. Anna”, Istituto di Formazione Culturale. L’iniziativa ha avuto il patrocinio dell’Istituto Polacco di Roma e vede coinvolti, oltre alla Regione Umbria, il Comune di Perugia, l’Ufficio scolastico regionale per l’Umbria e il Movimento Federalista Europeo.

Un’occasione felice di crescita e di educazione alla libertà delle coscienze e alla consapevolezza storica, a favore delle giovani generazioni. All’insegna dell’aureo motto “non dimenticare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Nuovo maxi concorso, l'Aci assume personale a tempo indeterminato: due bandi

  • Usl Umbria 1 in lutto, è morto il professor Fabrizio Ciappi

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento