Fa' la cosa giusta, la fiera del benessere e del consumo consapevole: il programma

Con oltre 400 studenti delle scuole dell'Umbria è stata inaugurata la quinta edizione di Fa' la cosa giusta! Umbria, la fiera del consumo consapevole in programma all'Umbriafiere di Bastia fino a domenica 14 ottobre

Con oltre 400 studenti delle scuole dell'Umbria è stata inaugurata la quinta edizione di Fa' la cosa giusta! Umbria, la fiera del consumo consapevole in programma all'Umbriafiere di Bastia fino a domenica 14 ottobre. Tante le scuole, di ogni ordine e grado, che hanno scelto l'Umbriafiere per passare una mattinata all'insegna della didattica interattiva.
A tagliare il nastro sono intervenuti Fernanda Cecchini, assessore alle Politiche agricole e agroalimentari, Tutela e valorizzazione ambiente Regione Umbria; Stefano Ansideri, Sindaco del Comune di Bastia Umbra; Lazzaro Bogliari, presidente di Umbriafiere Spa e Nicoletta Gasbarrone, Fair lab - Fa' la cosa giusta! Umbria. Presenti anche i principali partner: Cittadinanzattiva, Aiab, Arpa Umbria, Novamont, Cesare Pozzo e Vus. Un'edizione, questa del 2018, che presenta diversi punti di novità tra temi e prodotti per una fiera sempre più riferimento in centro Italia per le tematiche dell'innovazione e del “green” che ha attirato imprese e nuove realtà da tutta la penisola. 

Venendo alla giornata di sabato, tanti gli appuntamenti in programma: difesa dei diritti del consumatore e del cittadino a cura di Unc; consigli utili per acquistare, utilizzare e conservare farmaci in sicurezza, evitando sprechi; craft party;
laboratorio handmade con tessuti su riciclo e recupero; turismo responsabile a passo leggero a cura di Viaggi e miraggi; agriaperitivo a cura di Cia Umbria; il confort dei materiali naturali per una casa sana a cura di Anab (associazione architettura bioecologica); un orto veramente ecologico? Ecco come fare a a cura di Ariel Coop, presso lo spazio di Vus, Valle umbra servizi; sperimentazione della tecnica shibori, con tintura a freddo; punti d’ascolto su corretta e sala alimentazione, presso lo spazio Cittadinanzattiva; l’intelligenza emotiva dal bambino all’adolescente a cura di Fondazione Patrizio Paoletti; l’utilizzo della canapa sativa in bioedilizia;
alternative ecologiche valide per le pulizie domestiche quotidiane a cura di Sapone del bianconiglio; spazi di consulenza per mamme e papà su apprendimenti e gestione degli aspetti emotivi a cura del Centro Fare. Alle ore 16 sarà l’assessore regionale alla Salute, Coesione sociale e Welfare, Luca Barberini, a consegnare il marchio “Umbria No Slot” ai sindaci dei Comuni umbri che avranno il compito di assegnarlo ai locali in possesso dei requisiti previsti dalla legge regionale 21/2014 per la prevenzione e il contrasto della ludopatia.

L’appuntamento è in programma alle ore 16, presso lo stand dell’Assessorato, dedicato ai temi della prevenzione della salute. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con Anci Umbria e vedrà la presenza di numerosi Comuni, a cominciare da quelli capofila delle dodici Zone sociali in cui è diviso il territorio regionale. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

  • LA VIGNETTA di Giuseppe Pellegrini. Il Frecciarossa parte seconda: l'orario infernale!

  • Incidente lungo la E45, 23enne in gravissime condizioni: è in prognosi riservata

Torna su
PerugiaToday è in caricamento