Godzil-Land, un viaggio fantastico dal Mondo Perduto a Jurassic Park

  • Dove
    Monastero di San Benedetto
    Via dei Perilasio, 2
    Gubbio
  • Quando
    Dal 01/04/2017 al 01/10/2017
    Venerdì: 14:30 - 19:00* Sabato, domenica e festivi: continuato 10:00 - 19:00* 1 maggio chiuso Nelle mattine da lunedì a venerdì sempre aperto per gruppi e scuole, esclusivamente su prenotazione. *La biglietteria chiude un'ora prima dell'orario di chiusura indicato.
  • Prezzo
    Intero (adulti e non rientranti nelle successive categorie) 10,00 euro Ridotto 6,00 euro (over 65, minori dai 3 anni compiuti ai 18 anni, studenti fino a 26 anni, altre categorie convenzionate). Scuole 4,00 euro per alunno con due accompagnatori per classe omaggio. Attività didattica con gli operatori Visite guidate fino a 10 partecipanti 30,00 euro; da 11 partecipanti 3,00 euro a partecipante, prenotazione obbligatoria. Laboratori fino a 10 partecipanti 30,00 euro; da 11 partecipanti 3,00 euro a partecipante, prenotazione obbligatoria. Omaggio Minori da 0-3 anni non compiuti, due accompagnatori per gruppo scolastico, disabili, un accompagnatore per disabile che presenti necessità. Famiglia 6,00 euro per ciascun componente della famiglia. Giornalisti Ingresso omaggio previa richiesta agli uffici stampa della mostra, con indicazione della testata, dei contatti e del giorno previsto per la visita. *Entrambi gli allestimenti e la Quadrisfera di Paco Lanciano sono visitabili con un unico biglietto di ingresso.
  • Altre Informazioni
    Sito web
    dinosauricarneossa.it

I dinosauri si sono davvero estinti? Questa la domanda che lega come un fil rouge le due mostre, "Extinction. Anteprima di una grande mostra dedicata all'estinzione" e "Godzil-Land. Un viaggio fantastico dal MONDO PERDUTO a JURASSIC PARK", che hanno aperto i battenti sabato 1 aprile 2017 alle ore 10 presso l'ex Monastero di San Benedetto a Gubbio, location vocata alla divulgazione scientifica, in un contesto geologico davvero unico e straordinariamente pertinente: la Gola del Bottaccione.

La mostra "Extinction", realizzata da Geomodel di Mauro Scaggiante in collaborazione con il Comune di Gubbio, curata dai paleontologi Simone Maganuco e Stefania Nosotti, si presenta al pubblico con un'anteprima di una grande mostra dedicata all'estinzione, e si racconta in due sezioni. Preistoria e avanguardia dialogano con l'obiettivo di restituire scientificamente la vicenda racchiusa nelle stratificazioni rocciose della Gola del Bottaccione, a Gubbio: la drammatica estinzione di massa, verificatasi sessantasei milioni di anni fa, la più celebre tra quelle che hanno scandito il tempo geologico, originata dalla caduta sulla Terra di un enorme meteorite e che ha provocato la scomparsa anche dei giganteschi dinosauri non-aviani, dominatori del Mesozoico, vere e proprie icone della Preistoria come il tirannosauro e il triceratopo. Ma non è tutto: "Extinction" va oltre, e indaga sulla possibilità di riportare in vita un dinosauro tra le teorie di John R. «Jack» Horner, curatore scientifico della celeberrima saga di Jurassic Park, e le ricostruzioni iperrealistiche di dinosauri e altri animali estinti, frutto del lavoro sinergico tra paleontologi e paleoartisti, perfettamente esplicitato dalla sezione Making of, dalla pannellistica e dai video.

C'è un altro luogo in cui i dinosauri continuano ad esistere, sfuggendo in qualche modo alla loro estinzione, quello dell'immaginario collettivo e della fantasia, che ci viene proposto da "Godzil-Land. Un viaggio fantastico dal MONDO PERDUTO a JURASSIC PARK", esposizione curata da Fabrizio Modina, realizzata anch'essa in collaborazione con il Comune di Gubbio, in un percorso tra letteratura, fumetto, cinema, televisione, arti figurative e musica, presentando una straordinaria selezione di materiali provenienti da collezioni private e musei, tra cui manifesti, fotografie, proiezioni, toys e molto altro ancora. "Godzil-Land" è una mostra nella mostra, che in un viaggio tra fantasia e fantascienza si propone di indagare il fascino dei dinosauri come assoluti protagonisti della Pop Culture e la loro costante presenza nella nostra quotidianità. Le ricostruzioni strettamente scientifiche dei paleontologi si affiancano alle produzioni fantasiose della cultura di massa, trovando un comune denominatore nell'attrattiva che entrambe esercitano sul grande pubblico e nella risonanza di cui godono presso i mass media. A completamento di queste straordinarie esposizioni, che saranno visitabili fino a domenica 1 ottobre 2017, sono previste numerose giornate-evento che spazieranno da workshop a conferenze divulgative, da laboratori a visite guidate oltre a proporre una ricca offerta didattica rivolta alle scuole; organizzazione e ideazione a cura di Anna Giamborino, geologa e Presidente della neonata Associazione Paleontologica Paleoartistica Italiana. Accedendo alle mostre sarà inoltre possibile visitare la Quadrisfera di Paco Lanciano. I dinosauri si sono davvero estinti? Venite a scoprirlo.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Musica per i Borghi 2019, ecco il programma completo

    • Gratis
    • dal 19 al 28 luglio 2019
    • varie
  • Tutto pronto per il Festival della Pizza al Piatto a Bevagna: il menù e le orchestre in concerto

    • dal 19 al 26 luglio 2019
    • Impianti sportivi
  • Sagra della Rocciata a San Giovanni Profiamma di Foligno: il menù, i concerti e la ricetta del dolce umbro

    • dal 17 al 21 luglio 2019
    • San Giovanni Profiamma
  • Lyrick Arena di Assisi, un'estate all'insegna del Riverock Festival

    • dal 21 giugno al 8 agosto 2019
    • Teatro Lyrick
Torna su
PerugiaToday è in caricamento