Expo Casa 2018 incanta il pubblico, è boom di visitatori: 500 stand, un mini borgo e tante altre sorprese

l primo weekend dell’esposizione ha visto l’ingresso di migliaia di persone, venute a scoprire le novità della manifestazione e del mondo della casa, con un 10% di incremento rispetto all’edizione 2017

Expo Casa è cominciata in grande stile e ha conquistato il pubblico nonostante la pioggia. Il primo weekend dell’esposizione ha visto l’ingresso di migliaia di persone, venute a scoprire le novità della manifestazione e del mondo della casa, con un 10% di incremento rispetto all’edizione 2017. Non solo semplici visitatori, ma anche tanti professionisti e operatori di settore, che dalla scorsa edizione trovano nella kermesse di Epta Confcommercio Umbria tanti momenti di incontro, relazione e aggiornamento.

La nostra è – spiega Aldo Amoni – una scelta precisa e mirata. Vogliamo diventare un’esposizione che offre una scelta ampissima sia a chi vuole costruire, arredare o ristrutturare casa sia a chi è un professionista in cerca di contatti e novità. E con la collaborazione di Tecla costruzioni in Legno, dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia e dei tanti esperti che stanno intervenendo in questa edizione siamo sicuri di presentare un evento ai massimi livelli.

A conquistare il pubblico sono la qualità dell’offerta e le tante novità presentate. Di particolare impatto è stata l’istallazione ARTquake, realizzata da un’équipe interdisciplinare dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” e dell’Università di Perugia per puntare l’attenzione sulle vite e le emozioni di chi le abita.

Samuel ha un anno – spiega Paolo Belardi, Direttore dell’Accademia di Belle Arti – è un progetto di comunicazione della Regione Umbria, dedicato agli eventi sismici del 2016, che in occasione di Expo Casa 2018, in virtù di un’idea dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia e grazie alla collaborazione con Sistema Museo, Casa di Reclusione di Spoleto e Comune di Spoleto, è diventato l’installazione artistica ARTquake. I visitatori di Expo Casa 2018 infatti, subito dopo l’ingresso, si troveranno immersi nell’atmosfera crepuscolare di un borgo ideale, composto da 10 micro-case (ideate da un'équipe di giovani artisti dell'Accademia e realizzate dalla falegnameria della Casa di Reclusione), volte a rimarcare la necessità di affrontare i temi della ricostruzione post-sismica mediante l’uso di materiali tradizionali, come il legno e la canapa, rinnovati dalla forza evocativa dello sguardo. E da quella cultura dell’abitare che, in Umbria, è millenaria.

E non finisce qui. Ad arricchire l’esperienza dei visitatori anche gli appuntamenti di Piazza Tecla. Lunedì 5 alle 16.00 è la volta di Viaggiare e/è rilevare, a cura della Federazione Ordine degli Ingegneri della Regione Umbria e dell’Unione Italiana del Disegno, a cui interverranno Salvatore Barba, Mario Centofanti, Paolo Giandebiaggi, Massimo Mariani, Alberto Sorbini, Luciano Tittarelli e Ornella Zerlenga. Per scoprire tutte le novità e programmare la propria visita ancor prima di essere ad Umbriafiere è possibile scaricare la nuovissima app di Expo Casa. Basta andare su www.ubi-co.com e scaricarla per scoprire il programma, usare la mappa interattiva e cominciare subito a vivere l’esposizione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Dramma in via Canali, donna di 49 anni trovata morta in un parcheggio

  • Incidente lungo la E45, 23enne in gravissime condizioni: è in prognosi riservata

  • Perde il controllo del ciclomotore e finisce a terra, muore a 43 anni

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

Torna su
PerugiaToday è in caricamento