I Dinosauri e la storia della loro estinzione protagonisti a Gubbio in una mostra unica

È stata inaugurata con successo, sabato 28 febbraio, la mostra “Dinosauri a Gubbio sulle tracce dell’estinzione”, visitabile fino al 17 maggio e dal 15 settembre al 1° luglio 2016, presso l’antico Monastero di San Benedetto a Gubbio.

Protagonisti dell’eccezionale esposizione, gli esemplari dei fossili di dinosauri a grandezza naturale, gli ambienti e gli stili di vita di questi animali che dominarono la superficie terrestre per oltre 180 milioni di anni. I fossili esposti provengono per la gran parte dal Sud America e dalla Patagonia in particolare.

L’allestimento della mostra offre ai visitatori una panoramica sull’evoluzione dei dinosauri partendo dai più antichi conosciuti, come i piccoli Eoraptor Lunensis che vivevano in Sud America già 225 milioni di anni fa o le uova di dinosauri con nidi di piccoli Mussaurus Patagonicus che vivevano alla fine del Trias, circa 200 milioni di anni fa.

Uno degli esemplari principali che caratterizzeranno la mostra è lo scheletro completo di un Giganotosaurus Carolinii, un dinosauro lungo circa 15 metri e pesante otto tonnellate, che dominava le pianure patagoniche all’inizio del Cretaceo (circa 100 milioni di anni fa), un carnivoro più grande del più noto Tyrannosaurus Rex.

Un altro grande esemplare esposto è il Rebbachisaurus Tessonei, un erbivoro lungo oltre 17 metri e pesante oltre 10 tonnellate che popolava le sterminate foreste patagoniche alla fine del periodo Cretaceo. Questo erbivoro, molto probabilmente, è parente di un altro genere simile trovato in Marocco: questa sarebbe un’ulteriore conferma della teoria della tettonica a zolle in quanto, nel Cretaceo inferiore (120 milioni di anni fa), non si era ancora formato l’Oceano Atlantico centrale e Africa e Sud-America sarebbero state collegate via terra.

Presenti anche lo scheletro del grande Megaraptor Namunhuaiquii, un carnivoro con zampe gigantesche munite di artigli lunghi anche 46 centimetri, ed il Carnotaurus Sastrei, lungo 8 metri e del peso di una tonnellata, dotato di due corna frontali nel cranio che gli conferiva un aspetto veramente terrificante. Infine lo scheletro completo di un Tuaranginsaurus Cabazai, un plesiosauro marino lungo 2,7 metri che viveva nei mari dell’emisfero australe. Non può essere considerato un dinosauro, ma un rettile marino coevo dei dinosauri.

In mostra anche femori, vertebre e crani di diversi altri dinosauri, oltre a dettagliate  ricostruzioni originali degli ambienti e delle forme di questi animali nei vari stadi evolutivi.

Il percorso museale ed espositivo realizzato si collega alla vicina Gola del Bottaccione in un facile itinerario, fruibile da tutti, che include anche la stessa città di Gubbio. La mostra e gli itinerari a essa collegati permetteranno a singoli, gruppi, famiglie e scuole di conoscere, a diversi livelli di approfondimento, una parte importante della storia della vita sulla terra.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Natale Stellare a Perugia, tanti eventi e mostre al museo e anche in biblioteca

    • Gratis
    • dal 4 dicembre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Galleria Nazionale dell'Umbria, Palazzo Penna, MANU, Palazzo Baldeschi, Biblioteche comunali
  • Per San Costanzo visite guidate gratuite alla Galleria Nazionale dell'Umbria

    • Gratis
    • dal 29 al 27 gennaio 2020
    • Galleria Nazionale dell'Umbria
  • A Perugia una mostra su gli Internati militari italiani del 1943 attraverso l'arte di Guareschi e Laureni

    • Gratis
    • dal 25 gennaio al 8 febbraio 2020
    • Sala Santa Maria della Misericordia

I più visti

  • Arriva al Morlacchi la "Tosca", è il progetto Grande Lirica Perugia

    • dal 9 febbraio al 27 gennaio 2020
    • Teatro Morlacchi
  • Vent'anni di Teatro Lyrick e una nuova stagione ricchissima

    • dal 20 ottobre 2019 al 23 maggio 2020
    • Teatro Lyrick
  • Jazz Club Perugia, comincia la lunga (e ghiotta) stagione del jazz

    • dal 8 novembre 2019 al 30 aprile 2020
    • Sina Brufani e Teatro Morlacchi
  • Nel 2020 arriva a Perugia "Comic", prima rassegna di stand up comedy

    • dal 31 al 27 gennaio 2020
    • Sala dei Notari
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PerugiaToday è in caricamento