Clamorosa scoperta archeologica; rinvenuta la testa della divinità etrusca Voltumna

Dagli scavi effettuati nella'area di scavo del Fanum Voltumnae ad Orvieto, sono stati portati alla luce una testa probabilmente raffigurante la dività etrscusca Voltumna ed un tempio di notevoli dimensioni

Eccezionali ritrovamenti archeologici avvenuti ad Orvieto, nell’area di scavo del Fanum Voltumnae, il grande santuario federale degli Etruschi risalente al VI secolo avanti Cristo.

Ad annunciare i nuovi ritrovamenti, la direttrice degli scavi, la professoressa Simonetta Stopponi (Università di Perugia), che domani 21 novembre a Carmignano (Prato) terrà una conferenza sui Grandi santuari del mondo antico, nell'ambito del ciclo di incontri organizzato dal Museo etrusco di Artimino.

Dal ritrovamento sono emersi un tempio di grandi dimensioni e una testa maschile ben conservata in terracotta in origine policroma, a grandezza naturale, e su base dello stesso materiale, che secondo i primi accertamenti potrebbe identificarsi con Voltumna, divinita' suprema del pantheon etrusco. Nella stessa sede di scavo è inoltre emerso dagli scavi un tratto della via sacra che nell’antichità conduceva al tempio.

Nonostante non siano fin ora state rintracciate iscrizioni, si continua a scavare per far venire alla luce altro eccellente materiale. Problematico, invece, secondo la professoressa Stopponi,  far riaffiorare l'intera strada sacra. Sul percorso si trova infatti una villa privata la cui costruzione ha sicuramente compromesso l'integrità della zona.

Il Fanum Voltumnae, in località Campo della Fiera, l'area pianeggiante a ovest del pianoro di tufo su cui sorge Orvieto, fu in passato sede di fiere e mercati periodici per secoli, epoca romana compresa, fino al 1384, l'anno della peste nera che annientò e spopolò città e campagne. Nel 1876 iniziarono i primi scavi archeologici nell’area, che restituirono strutture murarie in tufo e pregevoli terrecotte architettoniche oggi al Pergamon Museum di Berlino.

Inutilmente cercato fin dal Quattrocento, il Fanum era il luogo delle riunioni annuali dei rappresentanti della lega delle dodici città etrusche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Foligno, scoperto cadavere lungo la strada: indagano le forze dell'ordine

  • Ferrari 488 Pista, dalle corse alla strada: monta il motore V8 3.9 turbo, venduto a Perugia uno dei pochi esemplari prodotti

  • Artemisia, la bimba umbra dai lunghi capelli rossi, è già una star: dalle super griffe a Netflix

  • Mantignana, donna trovata morta in un appartamento: le indagini dei carabinieri

  • A Città di Castello apre il ristorante-pizzeria Food Art: mangi e leggi libri e fumetti

  • Umbria Jazz 2020, tutto il programma dell'Arena Santa Giuliana: ecco i big in concerto a Perugia

Torna su
PerugiaToday è in caricamento