Premio letterario nazionale Clara Sereni: c'è tempo fino al 30 marzo per partecipare

Le tematiche sono quelle legate all'universo femminile, la Senatrice Liliana Segre presiederà la sezione delle biografie femminili "Le farfalle"

Riflettere sulle tematiche legate all’universo femminile e a quello sociale è l'obiettivo della prima edizione del remio letterario nazionale intitolato alla scrittrice Clara Sereni. La città di Perugia è indicata come patria elettiva della scrittrice, per questo il concorso è stato presentato nel capoluogo umbro.

Come partecipare

Il concorso è aperto a tutti i cittadini maggiorenni con opere di narrativa inedita (romanzi e raccolte di racconti) ed edita (romanzi) in lingua italiana, ha trai i suoi obiettivi quello di concentrare l’attenzione su tematiche legate all’universo femminile (vite e storie di donne, di resilienza, di emancipazione, di formazione) e a quello sociale (inclusione, cura di sé e degli altri, volontariato, legalità, accoglienza), argomenti su cui Clara Sereni era impegnata in prima linea e con la sua produzione letteraria. La scadenza per l'invio delle opere è fissata per il 30 Marzo 2020. Per inviare il materiale sono disponibili questi indirizzi: premio.clarasereni@gmail.com

officina.sl14@gmail.com - effe.silvestri@gmail.com - info@alienoeditrice.net

La Presidenza della Giuria Specialistica, composta da scrittori nazionali e personalità di spicco della cultura italiana legate alla scrittrice per affettività o percorsi culturali condivisi, è affidata a Walter Veltroni, mentre la Senatrice Liliana Segre presiederà la sezione del Premio speciale “Le farfalle” dedicato alle biografie femminili per proseguire idealmente il cammino tracciato da Clara. Il Premio si rivolge a tutto il territorio nazionale, ma coinvolgerà attivamente la città di Perugia, di cui la scrittrice era stata anche Vicesindaco, attraverso le Biblioteche, Il Circolo dei Lettori, l’Università e le Scuole che saranno impegnate come Giuria popolare.

Il Premio Letterario Nazionale Clara Sereni è promosso, in condivisione con la famiglia della scrittrice, dall’Associazione culturale Officina delle Scritture e dei Linguaggi e ali&no editrice, con cui la Sereni aveva condiviso diversi progetti letterari negli ultimi dieci anni, in collaborazione con il Comune di Perugia e la rivista "NOIDONNE". Molti i patrocini importanti concessi a questa iniziativa, primo fra tutti quello della Presidenza della Repubblica Italiana, per cui è in corso l’iter di concessione di una Medaglia del Presidente, quello dell’UCEI (Unione Comunità Ebraiche Italiane), dell’Assemblea Legislativa della Regione Umbria, della Provincia di Perugia, dell’Università degli Studi di Perugia.

Tra i Premi opere realizzate dai pazienti autistici del Centro Atlas e dagli artigiani della Strada della Ceramica Umbra per un coinvolgimento significativo del territorio e nello spirito di tessere reti di solidarietà e cittadinanza attiva com’era nelle intenzioni di Clara Sereni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento