Concorso a premi per rilanciare le zone colpite dal terremoto: come partecipare

Il progetto si basa sulla convinzione che il 'racconto' di quanto accade nelle zone colpite dal sisma contribuisca a non far spegnere i riflettori su questi territori, a far emergere storie ed esperienze utili a rendere più solida la ricostruzione, sia materiale che immateriale

Foto d'archivio Castelluccio di Norcia

“Raccontare per ricostruire: legami sociali, economia, cultura, turismo”: è il titolo del nuovo concorso indetto dal Corecom Umbria, contenuto nel progetto “Tv di comunità 2017”. Progetto che mira a sostenere la realizzazione di produzioni multimediali con contenuti informativi provenienti da chi vive il territorio valorizzando dunque la partecipazione dei cittadini e delle associazioni. La scelta è stata quella di dedicare l'edizione ai territori umbri colpiti dagli ultimi eventi sismici.

Il Comitato regionale per le comunicazioni, presieduto da Marco Mazzoni, insieme ai consiglieri Maria Mazzoli e Stefania Severi, ha voluto fortemente “sostenere l'iniziativa – si afferma in una nota - per tenere alta l'attenzione sulle aree interessate dal sisma attraverso una informazione che parte dal basso”.

Il concorso si struttura in due percorsi: un bando (già pubblicato sul sito www.corecom.umbria.it) è dedicato alle associazioni, un altro (di prossima uscita) alle emittenti locali Tv e Radio. I vincitori dovranno procedere alla realizzazione di 'video/audio-inchieste' su quattro aree tematiche specifiche (legami sociali, economia, cultura e turismo). I primi due progetti vincitori, tra quelli proposti dalle associazioni, selezionati da una apposita giuria che sarà prossimamente nominata dal Corecom, riceveranno in premio 12mila 500 euro ciascuno per la realizzazione dei video progettati.

“Il progetto – spiega il presidente Mazzoni – si basa sulla convinzione che il 'racconto' di quanto accade nelle zone colpite dal sisma contribuisca a non far spegnere i riflettori su questi territori, a far emergere storie ed esperienze utili a rendere più solida la ricostruzione, sia materiale che immateriale, a far riflettere le comunità stesse sulle loro potenzialità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento