La Perugia Big Band fa gli auguri di Natale alla città e propone un concerto eccezionale al Giò Jazz Wine

Il pubblico in delirio applaude una performance che unisce la magia di un concerto eccezionale, con la rivendicazione orgogliosa di una persuasa peruginità

Big Band in posa nel dopo concerto

La Perugia Big Band fa gli auguri di Natale alla città e propone un concerto eccezionale al Giò Jazz Wine: “A very swinginGrifo Christmas” . Sotto la direzione di Massimo Morganti, alter ego dello storico direttore Nando Roselletti, la compagine perugina fa scintille. Lo spettacolo è peraltro legato a un’iniziativa benefica: a favore dell’Avis e per il Centro internazionale per la Pace fra i popoli.

Il programma, curato nei minimi dettagli, tocca punte di altissimo professionismo e di assoluta originalità. Gli arrangiamenti sono strepitosi, gli assolo di gran classe. Lo stesso Morganti si propone in assolo al trombone, perché non si vive di sola… direzione.

I cantanti in gran spolvero. David TasSinatra è sempre diligente e  misurato. Per non parlare della sua naturale simpatia. Silvia Pierucci, esplosiva, in un elegantissimo abito lungo argentato e con una recuperata silhouette che ne esalta la bellezza. La voce è ancora più intensa e piena di qualche chilo fa. Le sue figlie, alle spalle dell’Inviato Cittadino, levano gridolini di consenso a una mamma affettuosa e artista straordinaria.

Il pubblico in delirio applaude una performance che unisce la magia di un concerto eccezionale, con la rivendicazione orgogliosa di una persuasa peruginità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus | Lettera di risposta a Cucinelli: "Non per tutti volano felici le rondini: perchè non dà suggerimenti al Premier Conte?"

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • E alla fine il decreto sul lavoro è stato firmato, ecco le schede dei settori operativi e di chi potrà lavorare

  • Coronavirus, su Facebook e WhatsApp è tornata la bufala di Elisa Montagnoli

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento