Contro il cyberbullismo ora c'è la legge, ecco cosa cambia: incontro a Perugia con un pool di professionisti

C'è l'ok della Camera dei Deputati per la legge - approvata all'unanimità -contro il cyberbullismo. Un lungo iter a causa della difficoltà a catalogare comportamenti articolati e spesso difficilmente individuabili , e che domani a Perugia riceverà la sua prima valutazione nazionale nell'ambito del ciclo di Corsi di Alta Formazione in "Vittimologia e Victum Support - Assistenza, sostegno e protezione delle vittime di reato" organizzato da Lidu (lega italiana dei Diritti dell'Uomo sezione Perugia, e l'associazione Progetto Donna, capitanata dall'imprenditrice Tiziana Casale. 

In collaborazione con organizzazioni professionali e formative in campo giuridico e psicologico. L'appuntamento è per domani alle ore 14.30 nella sala Falcone  e Borsellino di Palazzo della Provincia (Piazza Italia). Interverranno: Maria Pia Serlupini, Garante Infanzia e adolescenza della Regione, la sociologa Rosa Rinaldi di Progetto Donna, Carlo Fringuello dell'Associazione nazionale Cavalieri al Merito della Repubblica italiana, Maria Rosa Dominici, psicologa della società italiana di Vittimologia, Debhora Bianchi, avvocato del Foro di Pistoia, Massimo Brazzi, avvocato e consigliere dell'Ordine degli avvocati di Perugia, Gianmila Salòemma, psicologa dell'Associazione italiana psicologia giuridica. 

Nel testo, approvato oggi a Montecitorio, è prevista anche la possibilità per il minore, che può agire autonomamente, senza l'autorizzazione anche solo di uno dei genitori, di chiedere direttamente al gestore del sito l'oscuramento o la rimozione della cyber - aggressione. 

Nel caso in cui il gestore ignori la segnalazione, la vittima, accompagnato, in questo caso da un  genitore, potrà rivolgersi al Garante per la Privacy che entro 48 ore dovrà intervenire. Il disegno di legge istituisce, tra l'altro, un Tavolo tecnico interministeriale presso la Presidenza del Consiglio con il compito di coordinare i vari interventi e di mettere a punto un Piano integrato contro il bullismo via web.

E stabilisce la "procedura di ammonimento" come nella legge anti-stalking: il "bullo" over 14 sarà convocato dal Questore insieme a mamma o papà e gli effetti dell'«ammonimento» cesseranno solo una volta maggiorenne. Ogni scuola dovrà individuare tra i propri insegnanti un addetto al contrasto e alla prevenzione del "cyberbullismo" che potrà avvalersi della collaborazione delle Forze polizia.In attesa dell’entrata in vigore della legge, da Perugia parte, quindi,  una prima campagna di informazione sui contenuti e sugli obiettivi di questo importante e atteso testo legislativo. Il corso è destinato come sempre ad avvocati, psicologi e operatori comunque coinvolti nella prevenzione, assistenza e sostegno delle vittime comunque definite. La partecipazione al corso attribuisce 20 Crediti Formativi (4 per singolo modulo) per gli Avvocati dell’Ordine di Perugia. Per info e partecipazione liduperugia@gmail.com. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento