Eccellenze umbre: ecco il primo "vino cooperativo" premiato dalla guida del Gambero Rosso

Si tratta della prima volta che un vino prodotto dalle cantine cooperative dell’Umbria raggiunge il massimo della valutazione, appunto i celebri “Tre bicchieri"

Ci sono anche il gusto, il profumo e i segreti del “vino cooperativo” umbro tra le sole nove etichette del cuore verde d’Italia che la “Guida dei Vini” del “Gambero Rosso” ha insignito con il celebre riconoscimento dei “Tre bicchieri”.

Ad alzare i calici è la Cantina Cooperativa Tudernum, aderente a Fedagri-Confcooperative Umbria, che con il proprio  Sagrantino Montefalco “Fidenzio” 2012 è entrata infatti orgogliosamente nella nicchia di eccellenza che racchiude le cantine più importanti d’Italia, secondo l’insindacabile e ambitissimo marchio di valutazione assegnato dalla prestigiosa rivista.

Si tratta della prima volta che un vino prodotto dalle cantine cooperative dell’Umbria raggiunge il massimo della valutazione, appunto i celebri “Tre bicchieri”, ottenendo così un grande traguardo per l’intero movimento vitivinicolo cooperativo regionale che rappresenta il 40% della produzione regionale.

Autentica istituzione nel panorama umbro, tanto da accingersi a festeggiare i 60 anni di storia nel 2018, la Tudernum non può che riconoscere gran parte del merito per questo encomio al Presidente Nazzareno Cataluffi che da 22 anni presiede la storica realtà del territorio di Todi e ha saputo avviare un processo di miglioramento qualitativo dei propri vini fino a raggiungere molteplici titoli di merito, tra i quali più volte i “Due bicchieri” del “Gambero Rosso” con il Grechetto e con lo stesso Sagrantino.

“Il prestigioso riconoscimento che ci ha voluto assegnare il “Gambero Rosso” ci ha colti solo in parte di sorpresa – spiega Cataluffi – perché siamo consapevoli degli sforzi che pratichiamo da anni insieme ai nostri soci, all’enologo ed a tutti i dipendenti e i tecnici di cantina per migliorare i nostri prodotti puntando al top della qualità. La soddisfazione però è assai grande, in quanto largamente condivisa con gli amministratori e soprattutto i nostri soci che costituiscono le fondamenta della Cantina Cooperativa sin dalla sua nascita”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfazione viene espressa anche dai vertici di Confcooperative tramite il suo Direttore regionale, Lorenzo Mariani, secondo il quale “in questi ultimi venti anni tutte le Cantina Cooperative umbre hanno spinto molto sull’innovazione e sulla qualità dei vini, tenendo sempre fede al loro forte ancoramento territoriale. Potendo vantare circa il 40% della produzione vitivinicola umbra – prosegue Mariani - non possiamo che sottolineare l’importanza di tale riconoscimento che è il primo per il nostro “vino cooperativo” ed arriva grazie alla laboriosità e alla lungimiranza di una vera punta di eccellenza quale è appunto la Cantina Tudernum”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Temptation Island, la coppia perugina è già sul punto di scoppiare. Alessandro furioso, Sofia si rilassa tra carezze e balli bollenti

  • Maestro di danza muore mentre fa lezione a Santa Maria degli Angeli

Torna su
PerugiaToday è in caricamento