Umbria: prima regione a livello nazionale per crescita delle esportazioni distrettuali con un incremento dell’11,6%

Realizzato dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo (dati al 30/09/2018)

Tutti i distretti umbri monitorati hanno realizzato nel periodo gennaio-settembre una crescita delle esportazioni rispetto al corrispondente periodo 2017: in particolare l’Umbria si distingue come prima regione a livello nazionale in termini di crescita percentuale delle esportazioni distrettuali con un incremento dell’11,6% rispetto alla media nazionale del 2,0%.

Dall’analisi del Monitor dei Distretti dell’Umbria, realizzato dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, si evince come i tre distretti abbiano complessivamente realizzato esportazioni per circa 550 milioni di euro (+11,6%): il principale distretto della regione è quello della Maglieria e abbigliamento di Perugia con oltre 350 milioni (+9,3%), seguito dal distretto dell’Olio umbro con 139 milioni (+19,8%) ed infine il distretto del Mobile dell’alta valle del Tevere, con circa 57 milioni di esportazioni (+7,3%) nel periodo gennaio-settembre 2018.

Nel 2018 si è accentuata la propensione dei distretti a esportare verso paesi lontani: il peso delle esportazioni verso i paesi emergenti è infatti passato dal 21% nel 2008 all’attuale 31%, segno di una progressiva strutturazione delle aziende che operano nei settori monitorati. Gli Stati Uniti consolidano la propria posizione di principale partner nelle esportazioni distrettuali, delle quali rappresentano più di un quinto, ma è interessante evidenziare la crescita significativa registrata nelle vendite verso la Federazione Russa (+25,4%) e verso i mercati dell’Asia orientale, come Hong Kong (+66,5%), Repubblica di Corea (+16,9%) e Cina (+23,5%).

Le prospettive per il 2019 restano favorevoli, pur in un quadro di rallentamento del commercio mondiale e di elevata incertezza legata alle tensioni geopolitiche presenti sui mercati internazionali.

“L’obiettivo di Intesa Sanpaolo è rafforzare il legame con le imprese del territorio costruendo percorsi di partnership, non solo creditizia, e valorizzando l’iniziativa imprenditoriale grazie a una consulenza mirata e qualificata - spiega Luca Severini, direttore regionale Toscana e Umbria Intesa Sanpaolo -. In Umbria nei primi nove mesi dell’anno abbiamo erogato quasi 260 milioni di euro alle imprese e stiamo ulteriormente investendo sulle PMI per sostenerne l’internazionalizzazione, grazie ad una rete estera costituita da banche controllate, filiali corporate e sedi di rappresentanza in circa 40 Paesi, ovvero su tutti i principali mercati”.

Potrebbe interessarti

  • Casa in disordine, addio: ecco le tecniche per imparare a mantenere tutto a posto

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • La passione per il vino porta David e Victoria Beckham in Umbria

  • Occhio ai falsi amici della dieta: i cibi insospettabili che non fanno dimagrire

I più letti della settimana

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Don Matteo torna a Spoleto e gli albergatori chiedono il conto al Comune

  • Umbria, trovato cadavere in un campo: indaga la polizia scientifica

  • Nomine & Poltrone - Concorso per presidi, ecco i nomi dei 37 nuovi dirigenti scolastici in Umbria

  • Terremoti, il sismologo Padre Martino in Cina: "Fratture di faglie conseguenti a trivellazioni e nucleare"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento