DOSSIER LAVORO in Umbria. Le cooperative danno lavoro a 24mila persone. Cresce il numero delle donne-capo

Conoscere questo settore che può essere la formula per dare lavoro, per creare lavoro. Analizzati i settori, il fatturato. Una solida realtà economica umbra

Tutto sommato il settore cooperative in Umbria, pur provato dalla crisi senza fine, sta reggendo e questo vuol dire servizi, posti di lavoro e futuro. Nel 2018 è stato perso l'1,2% delle attive ma è il dato più basso in Centro Italia e in Italia. La percentuale delle cooperative attive in Umbria (60,2%) nonostante sia inferiore a quella registrata per le altre imprese umbre (84,8%) è comunque superiore di diversi punti percentuali sia rispetto al dato nazionale (56,3%) che alla media delle regioni centrali (53,4%). A livello settoriale sono le costruzioni con 187 coop il settore “più cooperativo” a seguire sanità e assistenza sociale (157), attivitàvmanifatturiere (155) e agricoltura(151).

In totale sono 24.695 gli addetti nelle cooperative umbre che rappresentano l’8,7% del totale addetti invUmbria laddove le coop rappresentano solo l’1,6% del totale imprese. Le cooperative assicurano l’8,8% delvtotale degli addetti delle imprese umbre registrate (I trimestre 2019), un dato che pone l’Umbria al sestovposto in Italia anche per dimensione media (16,9 addetti) delle cooperative.I  settori con maggior numero di addetti sono il noleggio, agenzie di viaggio e servizi di supporto allev imprese con 5.796 addetti e la sanità e l’assistenza sociale con 5.772 seguiti a distanza dai 3.363 addetti  commercio. Superano il migliaio di addetti anche trasporto, agricoltura, manifatturiero e alloggio e ristorazione.

Il 25,4% delle imprese cooperative in Umbria sono femminili, una percentuale rilevante considerando che in Italia la percentuale arriva al 21,3% e in Italia centrale al 21,8%: le uniche regioni che hanno una percentuale più ampia sono Abruzzo (26,4%), Molise (27%) e Sardegna (29,3%). Nel settore della sanità e assistenza sociale le femminili rappresentano il 64,3% del totale cooperative. Le imprese cooperative gestite da giovani rappresentano in Umbria il 5,6%, percentuale più bassa sia del 6,2 dell’Italia centrale che del 6,5% del valore nazionale. Anche per le coop gestite da stranieri in Umbria (5,1%) si registrano percentuali inferiori sia all’Italia (6,2%) che all’Italia centrale (6,5%).

Il Valore della produzione delle 589 società cooperative di cui è disponibile il bilancio per l’anno 2017 è complessivamente di quasi 5 Mld Euro pari al 24,40% di quello di tutte le società di capitale e di circa 800 Mln di Valore aggiunto generato pari al 16,50% di quello di tutte le società di capitale e al 4,1% di quello
complessivo dell’Umbria .

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando il bucato non profuma: lavare e igienizzare la lavatrice

  • Ospedale di Perugia in lutto, è morta Giampiera Bistarelli: "Ha dato a tutti noi una grande lezione di vita"

  • Tragedia a Perugia, precipita dal palazzo e muore: sul posto la polizia

  • SPECIALE LAVORO Settembre in Umbria: posti per nuovo supermercato, impiegati, operai, addette alle pulizie

  • Ancora sangue sulle nostre strade, scontro tra un'auto e uno scooter: muore 44enne

  • Sbanda e finisce fuori strada con l'auto: Marcello muore a 53 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento