Lavoro, quando la lotta dura paga: sei giorni di scioperi al freddo, ma ora qualcosa è cambiato

I sindacati e le Rsu: "Ne è valsa per il momento la pena dato che la protesta dei lavoratori, ha portato al risultato sperato"

Sei lunghi giorni di sciopero, di telefonate, di confronti fatti al freddo di un inverno gelido dinanzi al cancello malinconicamente chiuso dell’azienda Trafomec Europe SA di Tavernelle. Ma ne è valsa per il momento la pena dato che la lotta, dura, dei lavoratori, ha portato al risultato sperato: non solo il pagamento delle spettanze dovute (stipendio di dicembre e tredicesima), ma l’impegno della proprietà a un confronto serio con le parti sindacali sul futuro dell’azienda.

Sacrificare giorni di salario, di quel salario neppure così generoso, rappresenta ciò che i lavoratori della Trafomec sono: persone con dignità e decise a conoscere il proprio destino. 

"Da lunedì riprenderemo a lavorare - hanno ribadito dalle RSU Trafomec Europe e da Fiom Cgil e Fim Cisl - perché i lavoratori sono persone serie e responsabili, ma il nostro impegno e la nostra coerenza continuerà ad essere in campo per capire attraverso quali e quanti investimenti l’azienda è disposta a mettersi in gioco, quali progetti e quali prodotti dovranno diventare l’asse portante del sito produttivo, quali mercati dovremo attaccare e come cambiare l’aspetto organizzativo aziendale. Solo al termine del confronto potremmo dirci soddisfatti di questo primo passo, per poi valutare insieme i contenuti emersi e aprire altri tavoli per discutere di inquadramenti, formazione, sicurezza. Vogliamo un futuro certo e lo vogliamo conquistare senza se e senza ma. Continueremo a lottare per i nostri diritti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

  • Ponte Rio, scontro tra auto: grave un 30enne

Torna su
PerugiaToday è in caricamento